EurToday

Torrino e Decima: arriva l’estate e tornano le puzze

Ancora senza soluzione il problema dei miasmi avvertiti dai due quartieri. Tra pochi giorni, partiranno i lavori già previsti a febbraio e tuttavia mai realizzati, sul collettore fognario in via Fosso del Torrino

Nonostante i sopralluoghi e gli incontri con i referenti del depuratore Acea Ato 2Roma Sud, il più grande d’Europa. E ciò nondimeno, sebbene anche le istituzioni locali, e particolarmente l’Assessore Maurizio Cuoci, abbiano dimostrato attenzione al problema, il dilemma delle “puzze” insopportabili, avvertite dai residenti di Decima e Torrino, è tornato a presentarsi.

Ordinanza in danno. L’ultimo atto, di una lunga e partecipata disputa che ha visto i residenti denunciare a mezzo stampa, per radio e giornali, ma anche attraverso manifestazioni cittadine, il problema dei miasmi, è da rintracciare in quella ordinanza in danno, firmata dal Sindaco Alemanno. Eravamo nel febbraio 2012 e dopo vari abboccamenti istituzionali, la vicenda delle puzze che assediavano Torrino e Decima arrivò al Campidoglio. Da lì la scelta del primo cittadino di firmare, appunto, un’ordinanza in danno che vincolava il Consorzio Torrino Collinare a provvedere entro un termine indicato alla sistemazione di un collettore, ritenuto, per esclusione, il responsabile del gravoso disagio.
E tuttavia, nella disposizione Capitolina, era indicata anche una data,  scaduta la quale, il compito di sistemare il collettore incriminato  sarebbe spettato ad ACEA. Ma il saldo dell’operazione, una volta completata, sarebbe stato imputato comunque al Consorzio Torrino Collinare.

Il Campidoglio promette un rapido intervento. Con l’arrivo del caldo, come era facile immaginare,si sono ripresentate anche le puzze. "Ci siamo rivolti al Municipio, nella persona dell’Assessore Cuoci, ed al  Comune, coinvolgendo il Presidente della Commissione Ambiente De Priamo, per denunciare con forza quanto si stava verificando e per chiedere che finalmente si procedesse alla realizzazione degli interventi per la pulizia del collettore fognario” fa sapere Federico Polidoro, Presidente del CdQ Decima Torrino. "E’ stata data garanzia che tra pochi giorni  - prosegue Polidoro - partiranno i lavori, che comporteranno, molto probabilmente, la chiusura di via Fosso del Torrino”.

Si procede per esclusione. Eppure i residenti, o per lo meno quelli che si riconoscono nel CdQ, hanno sempre faticato ad accettare la versione del collettore rotto. Ma procedere alla sua sistemazione è un atto dovuto, ma soprattutto necessario “per capire se, a causare i disagi vissuti, sia stato effettivamente questo collettore o se, viceversa, siano imputabili a seri problemi di funzionamento del vicino depuratore”.

Un’ipotesi sicuramente da verificare. E che non può prescindere da un intervento, già previsto da 5 mesi e fino ad oggi mai realizzato.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento