EurToday

Fonte Laurentina: il quartiere riscopre i casali dell'Agro romano

Due giorni d'iniziative a Fonte Laurentina, tra laboratori e passeggiate. "E' importante che il quartiere sappia riconoscere la propria storia. A partire da quella dei casali dell'Agro romano meridonale"

Sabato e domenica, gli abitanti di Fonte Laurentina si sono dedicati alla riscoperta del proprio quartiere. Una serie di laboratori e di escursioni didattiche, hanno infatti permesso di rispolverare tradizioni sepolte sotto la coltre del tempo. Ma che nel quadrante, non si vogliono abbandonare.

UNA GIORNATA ISTRUTTIVA - "Nel parco Lima, abbiamo allestito una mostra mercato, con i produttori dell'Agro romano – ci spiega il Presidente dell'Associazione I Casali della Memoria, Maurizio Romano – in quella sede, con i Raccoglitori Urbani, abbiamo organizzato anche dei laboratori. Ai bambini abbiamo fatto conoscere le proprietà del latte appena munto, poi ci siamo dedicati al vino. Abbiamo cioè spiegato ai presenti, come si arriva dall'uva al mosto e da quest'ultimo al vino stesso. E' stata poi la volta di un laboratorio sulla pasta madre".

LA PARTECIPAZIONE DEL QUARTIERE - Se la giornata di sabato si è svolta nel piccolo ma prezioso giardino di Fonte Laurentina, il giorno successivo è stato dedicato alle escursioni. "Per questa seconda festa dei Raccoglitori Urbani – ci spiega sempre Romano – sono arrivate molte più persone del quartiere. Con loro, abbiamo fatto un percorso tra quelli che sono i nostri casali. Penso sia molto importante che i residenti conoscano le loro origini, in modo poi da poterle tramandare – ci spiega il Presidente dei Casali della Memoria – Mi ha fatto quindi piacere vedere che le famiglie del posto, erano interessate alle informazioni che abbiamo condivisio".

LO STATO DEI CASALI - All'indomani della Festa dei Raccoglietori, Maurizio Romano ci ha spiegato anche qual è lo stato di conservazione dei luoghi dove si svolgeva la vita nell'Agro. "Qui ci sono rimasti pochi Casali. Uno è quello assegnato alla Fitarco, nel parco di Pontecorvo. Purtroppo non viene utilizzato e sembra sia privo anche di guardiania. C'è poi il Casale Marinelli, che è oggetto di un contenzioso con la Terra dei Sogni". Lì era prevista la realizzazione di una fattoria sociale dedicata alle persone disabili. Ma il progetto, come abbiamo già raccontato, non è andato in porto.  "Finchè non termina quel contezioso legale, quella struttura resta indisponibile e non può esser messa a bando. Poi – aggiunge Maurizio Romano – Ci sono i casali di Tor Pagnotta due. Uno di questi credo sia anche stato occupato e comunque, da quanto ne so io, dovrebbero  tornare entrambe al quartiere, quando sarà completato quel Piano di Zona". I tempi però, non sono noti. Nel frattempo quindi, bisogna tenere alta l'attenzione. Ed un modo per riuscirci, è quello di organizzare iniziative come la Festa dei Raccoglitori.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento