EurToday

Discarica Falcognana: le proteste dei comitati arrivano in Regione

La Commissione Ambiente della Regione ha accolto cittadini, comitati e consiglieri municipali per un'audizione sull'ampliamento dei codici CER da conferire nella discarica di Falcognana

Foto di Alessandro Lepidini

L'ampliamento della gamma di rifiuti che potranno essere trattati nella discarica di Falcognana, è tornato ad essere argomento d'interesse della Regione Lazio. Nel pomeriggio si è infatti svolta un'audizione in Commissione Ambiente, cui hanno preso parte cittadini, comitati e consiglieri municipali.

LE VERIFICHE - "Con l’audizione di oggi si è fatta chiarezza sulle procedure di Autorizzazione di Integrazione Ambientale (AIA) ed è stato mosso il primo passo affinché ogni controllo venga effettuato – hanno commentato in una nota congiunta il Consigliere regionale Agostini e il Presidente della Commissione Ambiente del Municipio IX Alessandro Lepidini - Positiva innanzitutto la conclusione dei lavori della Commissione, che in maniera chiara ha subordinato l’avvio della Conferenza dei servizi alla verifica dei valori di fondo delle zone di falda da parte del CNR".

IL PASSO INDIETRO RICHIESTO - "Abbiamo nuovamente evidenziato le ragioni dei nostri NO alla 'Ecofer' insieme alle associazioni ed ai comitati che da sempre si oppongono ad ampliamenti e modifiche delle discarica esistente" fa sapere il Vicepresidente del Consiglio municipale Massimiliano De Juliis, oggi presente insieme al   Presidio no discarica, al Comitato no discariche e no inceneritori Municipio IX e Pomezia ed al Consorzio Canestrini. "Alla Ecofer chiediamo di meditare un passo indietro, di rinunciare ai nuovi rifiuti ed in particolare a quelli pericolosi e procedere con ciò che gia oggi è autorizzato".

I PARERI NEGATIVI - All'audizione ha preso parte anche il CdQ di Falcognana. "Abbiamo manifestato la preoccupazione di tutta la cittadinanza relativamente alla salute di tutti i cittadini  della zona – ha spiegato a margine dell'appuntamento Emanuele Belluzzo - Abbiamo chiesto alla Commissione ambiente e all'Assessore all'ambiente della Regione Lazio di tenere conto dei pareri negativi rilasciati nel 2013 dai ministeri competenti e di rivedere il parere positivo dato nelle scorse settimane all'ampliamento dei suddetti codici CER."  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Montesacro

    Elezioni municipio III, trionfa Giovanni Caudo: il centrosinistra si riprende piazza Sempione

  • Politica

    Atac e i tornelli, il bus cavia si sposta in centro: da lunedì esperimento sulla linea 62

  • Cronaca

    VIDEO | Sulle strade insanguinate di Ostia, dove il limite di velocità non basta più

  • Politica

    Campidoglio, ecco il piano caldo. Nel XIV municipio una piscina per gli anziani

I più letti della settimana

  • Schianto sul lungotevere, due morti. Perde la vita lo chef stellato Alessandro Narducci

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • I romani e il trasporto pubblico: viva la metro, ma diminuiamo le attese

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

  • Prenestina: provoca incidente, ferisce due bimbe e scappa a piedi. Rintracciato pirata della strada

  • Sangue sul lungotevere: quattro morti e cinque feriti per incidente in una settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento