EurToday

Autostrada Roma-Latina: “i lavori potrebbero iniziare già nel 2015”

L'a.d.di Autostrade del Lazio è ottimista sui tempi di realizzazione della Roma Latina: "Abbiamo superato il pantano legale. Entro il nuovo anno avremo il concessionario". Intanto il TAR non concede la sospensiva al ricorso dei No Corridoio

Due notizie in una. La prima riguarda i tanti cittadini che hanno aderito al ricorso presentato attraverso la VAS dal Comitato No Corridoio. A darne notizia è lo stesso portavoce, Gualtiero Alunni: “Ce lo aspettavamo, il TAR del Lazio non ci ha concesso la sospensiva cautelare.  E' stato comunque utile mantenere la richiesta, al fine di tarare meglio la nostra azione legale nelle udienze di merito. La battaglia è lunga e difficile – ammette Alunni che aggiunge - noi siamo gente che non molla mai”.

BANDO ED AVVIO LAVORI - L’altra notizia arriva da Autostrade per il Lazio. “La settimana scorsa abbiamo inviato le lettere di invito a presentare l'offerta ai 5 concorrenti prequalificati – ha spiegato Massimo Avelardi, nel corso di un’audizione in Consiglio Regionale - il termine per presentare l'offerta per svolgere il ruolo di concessionario per la realizzazione dell'infrastruttura scade il 16 settembre. Tra fine anno e l'inizio dell'anno nuovo avremo completato la gara e avremo il concessionario che avrà il compito di fare la progettazione esecutiva, realizzare l'opera e gestirla. I lavori potrebbero iniziare già nel 2015. Siamo usciti dal pantano in cui siamo stati tanti anni per la questione legale e per le grosse difficoltà dal punto di vista territoriale".

I COSTI - Oltre ai due passaggi indicati, quello del bando e quello dell’avvio dei lavori, sono stati messi in evidenza altri aspetti chiave. “La Regione  - ha ricordato Avelardi - ha detto ad Autostrade per l'Italia di mettere nel suo quadro economico 59 milioni di euro da farle per pagare i progetti realizzati da Arcea". Ricordiamo che Arcea era la società a capitale misto pubblico (51%) e privato che inizialmente (2003) doveva occuparsi della progettazione e della gestione dell'autostrada. "Sulla base del finanziamento Cipe di 468 milioni  - ha dichiarato sempre Avelardi - secondo noi è possibile realizzare la Roma-Latina per un controvalore di 2 miliardi, i privati che se l'aggiudicheranno quindi dovranno fornire un capitale di circa 1,5 miliardi”.

CISTERNA VALMONTONE - Infine, sulla bretella Cisterna Valmontone, l’a.d. di Autostrade del Lazio ha ricordato che “il bando dice che ci sono tre anni per trovare eventuali finanziamenti pubblici aggiuntivi. Se vengono trovati il concessionario ha l'obbligo di realizzare pure quell'opera  - ha chiarito Avelardi – sennò il concessionario perde il titolo e sarà realizzata con altre modalità. Penso che i finanziamenti verranno trovati, anche se saranno molto minori di quello che si pensava. Questa è un' opera che costa relativamente poco, che sta in piedi, che ha traffico e ci sono tutti i motivi per essere ottimisti sulla sua intera realizzazione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • L'allarme del fidanzato, poi la scoperta nel burrone: Claudia trovata senza vita dopo un incidente

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Spunta uno scheletro durante gli scavi: l'ipotesi della Soprintendenza per la "mummia" di Piramide

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

Torna su
RomaToday è in caricamento