EurToday

Autostrada Roma Latina, occupato il Consiglio Regionale: “Non vogliono confrontarsi”

Saltata la discussione sull'autostrada Roma Latina, il Consiglio Regionale è stato occupato. Ne è seguito un incontro giudicato insoddisfacente: "Ci ripetono che decide la Giunta che però continua ad evitare il confronto"

Non sono bastate tre convocazioni per discutere dell’Autostrada Roma Latina in Consiglio Regionale. Ancora una volta è venuto a mancare il numero legale. Risultato: tutto da rifare e aula occupata dagli attivisti del Comitato No Corridoio, supportati nell’iniziativa dai Consiglieri Denicolò, Porrello e Corrado del M5S.

UN CONSIGLIO COMPLICATO - “Questo Consiglio Straordinario noi lo abbiamo richiesto lo scorso gennaio. Prima, molto prima che il piano regionale dei trasporti dell’Assessore Civita venisse approntato – ci ha spiegato la Consigliera Silvana Denicolò – purtroppo alcuni malpancisti non hanno permesso che fosse calendarizzato per tempo”. Il Consiglio, riguardava il tema dei trasporti tout court. “Uno dei 4 ordini del giorno riguardava la Roma Latina – chiarisce l’ex Capogruppo del M5S regionale -  ma in aula si sarebbero affrontate anche altre questioni, dalla mobilità sostenibile alle bretelle autostradali, fino allo sviluppo della rete ferroviaria. Ma non si riesce a parlarne, ed è già la terza volta che questo accade”.

L'OCCUPAZIONE - La mancata discussione , come anticipato, ha causato l’occupazione dell’aula da una decina di attivisti del Comitato No Corridoio.  “Continuano ad evitare il confronto. Dopo la nostra sortita, cui hanno partecipato anche i Consiglieri del M5S – ci ha spiegato il portavoce Gualtiero Alunni – siamo stati ricevuti dal Presidente della Commissione Urbanistica Enrico Panunzi. Ci ha ribadito che il Consiglio non conta niente e che le decisioni le prende la Giunta. Eppure le Commissioni dovrebbero avere un ruolo di indirizzo su quest’ultima”.

IL CONFRONTO PUBBLICO - L’incontro, per la cui realizzazione Panunzi ha dovuto spostare un altro appuntamento, non ha comunque raccolto il gradimento dei cittadini. “Inutile girarci intorno, noi non siamo soddisfatti. Continuano a sfuggire al confronto. Zingaretti, nonostante il nostro pressing, non ci ha mai ricevuti. E  sia lui che gli assessori Civita e Refrigeri, nonostante fossero invitati, non si sono mai confrontati con il territorio. Addirittura non hanno partecipato neppure agli incontri organizzati dai costruttori”.

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO - Nel pomeriggio di martedì 6, il tema della contestata autostrada, e delle sue bretelle, potrebbe essere nuovamente portato in Regione. “Il presidente Panunzi si è dimostrato disponibile nei confronti dei cittadini – ha osservato De Nicolò (M5S) –  invitandoli a partecipare alla Commissione che si svolgerà domani. Il tema è diverso, poiché riguarda i rifiuti. Ma ci sarà anche l’Assessore Refrigeri, ed in quella sede -  ha concluso l’intervista la Consigliera del M5S –potranno rivolgergli qualche domanda” . Una possibilità che gli attivisti non sembrano intenzionati a perdere. “Andremo all’incontro di domani – conclude il Portavoce Alunni – e torneremo a chiedere a Refrigeri, come già fatto in passato, un incontro pubblico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento