EurToday

Sicurezza, a Tor di Valle ciclista assalito da due cani. Dieci anni fa lì venne assassinato Moriccioli

Resta insicura la ciclabile di Tor di Valle. Bonafaccia (BiciRoma): "La Sindaca destini una parte dei nuovi vigili alla costituzione di un gruppo ciclistico della Polizia Locale"

Undici anni fa moriva  Luigi Moriccioli, dopo una lunga agonia. Era stato ferito mortalmente mentre pedalava lungo il percorso della ciclabile di Tor di Valle. L'episodio, avvenuto per una banale rapina, suscitò molto clamore. Eppure, a distanza di oltre due lustri, quella pista resta profondamente insicura.

Morso da due grossi cani

Le insidie per chi percorre in bicicletta la ciclabile di Tor di Valle continuano a non mancare. L'ultima aggressione è stata segnalata da BiciRoma."Siamo appena stati contattati da Franco F. che ieri pomeriggio (domenica 15 gennaio ndr) , intorno alle 16,è stato assalito da due cani di taglia grande che lo hanno morso ad un piede" racconta Fausto Bonafaccia, presidente di BiciRoma Onlus. Secondo quanto riferito dall'associazione, l'episodio si sarebbe verificato " venendo da  Tor di Valle all’inizio di Via del Cappellaccio".

Percorso ciclabile tanto suggestivo quanto insicuro

Le telecamere con il citofono installate sulla pista dopo la morte di Luigi Moriccioli, non hanno contribuito a rendere più sicuro il percorso. Anche perchè, come più volte segnalato, i corrugati sono stati asportati e le videocamere divelte o bruciate. Il percorso ciclabile resta uno dei più suggestivi di Roma Sud. Collega il quadrante del Torrino con Fiumicino da un lato ed Acilia dall'altro. Attraversando tre municipi, si sviluppa essenzialmente nel verde e non manca di riservare preziose sorprese: è il caso ad esempio del ponte romanoSi tratta di un prezioso manufatto invisibile a chiunque non sia un ciclista, perchè nascosto sotto la ferrovia della Roma Lido. Il percoso che si può fare in sella ad una bici, partendo da Tor di Valle, è quindi tanto bello quanto insicuro.

La proposta per migliorare la sicurezza

"Da anni sulle ciclabili più esterne mancano i controlli  e lungo il Tevere stanno riprolificando insediamenti e discariche" lamenta Bonafaccia, che ricordando il luttuoso episodio accorso 11 anni fa, lancia una proposta. Per evitare di tornare a raccontare episodi di aggressione, il presidente di Bici Roma suggerisce infatti di "destinare una parte dei 400 vigili neo assunti e pronti ad entrare in servizio, alla costrituzione del Gruppo Ciclistico della Polizia Locale". L'idea è quella di deputarli al controllo di aree verdi e ciclabili. Magari partendo proprio da quella di Tor di Valle dove, gli occhi elettronici esposti alla mercè dei vandali, non bastano a garantire un'adeguata sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

Torna su
RomaToday è in caricamento