Eur Today

Municipio IX, esce Santoro entra Gagliardi: cambia la squadra democratica

L'addio dell'ex Minisindaco Andrea Santoro ha coinciso con la nomina del primo dei non eletti in Consiglio: l'ex presidente della Commissione urbanistica Manuel Gagliardi (PD)

Il 30 marzo, dopo due decadi trascorse nell’Ente di prossimità, l’ex presidente Andrea Santoro ha salutato l’aula consiliare. La decisione del decano democratico, di lasciare l’istituzione municipale per dedicarsi ad altri progetti, libera un posto in Consiglio. A beneficiarne sarà il primo dei non eletti: l’ex presidente della Commissione Urbanistica e Cultura Manuel Gagliardi.

Gagliardi, per una manciata di voti lei non era stato eletto. Ora torna in Municipio ma, a differenza dell’ultima esperienza,  tra le fila dell’opposizione. Quale obiettivo si prefigge?

Tornerò ad essere Consigliere e quindi il mio compito sarà quello di dare voce a tutti i cittadini, ma in particolare a  coloro che in questo momento non si sentono rappresentati e ascoltati. E’ un lavoro che, in generale, attende tutto il Partito Democratico. L’obiettivo è infatti quello di ricostruire il rapporto tra istituzione e territorio. Questo Municipio è pieno di energie ed eccellenze he attendono di essere messe in rete, valorizzate e come dicevo prima, ascoltate. Pertanto credo che questo sarà anche compito mio.

L’ultima consiliatura si è conclusa anticipatamente, per le note vicende legate alla sfiducia di Marino ed al successivo commissariamento. Immagino ci siano delle cose che avevate iniziato a realizzare e che vorreste portare a termine. Se effettivamente ci sono, me ne indichi tre.

Penso che sia necessario tornare a prendere in considerazione  l’idea di estendere la raccolta porta a porta a Spinaceto e Laurentino.  Siamo riusciti a coprire gran parte del territorio con questo sistema di conferimento dei rifiuti e, laddove si è fatto, i miglioramenti sono stati evidenti. Poi c’è anche un’altra cosa su cui è necessario rimettersi subito al lavoro:  il rilancio delle strutture dei punti Verde qualità costruite ma non utilizzate dal territorio. Come tante volte è stato ricordato, sono delle cicatrici nel territorio. La terza cosa su cui mi piacerebbe si tornasse a lavorare, è la riqualificazione di Largo Cannella, a Spinaceto.  Io avevo promosso un’idea di rilancio dello stabile sia con il reimpiego dei locali inutilizzati che attraverso un progetto per farlo diventare un monumento alla Street art. Andava cioè ridipinto sulla base di un progetto e della condivisone dei temi con il quartiere.

Le idee non mancano. Ma rischiavano di restare nel cassetto, visto che lei non è stato eletto per una manciata di voti.

Sì, è vero. Per questo ringrazio Andrea Santoro. Lo faccio per due motivi. In primo luogo  per il lavoro che in questi anni ha svolto in Municipio, per il territorio.  E poi perché  ha fatto una scelta coraggiosa, volta a far . crescere una nuova generazione di amministratori locali. Spesso in politica siamo abituati a sentire storie di egoismo. Andrea invece è riuscito a darci un lezione di altruismo e di lungimiranza che riesce a mostrare il lato migliore della politica. Gli faccio i miei auguri per il suo futuro, anche politico che sicuramente proseguirà anche se fuori dal consiglio municipale.