EurToday

Fonte Meravigliosa, riparte il pedibus: "Il nostro è un modello di mobilità sostenibile"

Per la settimana europea della Mobilità Sostenibile riprende anche il servizio Pedibus. Canale (CdQ): "Stiamo lanciando un modello alternativo di mobilità, perchè non vogliamo soffocare nel traffico cittadino"

A piedi da casa a scuola, accompagnati da genitori e volontari. A Fonte Meravigliosa, dopo la pausa estiva, è ripartito il Pedibus. Il progetto, avviato lo scorso 8 maggio, offre la possibilità agli alunni dell'Istituto Comprensivo Domenico Purificato, di raggiungere i plessi scolastici seguendo percorsi prestabiliti.

Come funziona

I quattro sentieri, identificati da altrettanti colori, prevedono capolinea e fermate, come se si trattasse di una navetta scolastica. La differenza è che, dal Castello della Ceccignola, da via Cerva, da Vigna Murata e da via Forster, si procede direttamente a piedi. Si tratta di un esperimento che ha già incassato l'apprezzamento della Sindaca e che il Municipio sta valutando di riproporre anche per altri istituti comprensivi presenti nel territorio.

Un modello di mobilità sostenibile

"Il progetto Pedibus ha più meriti. Da una parte rafforza lo spirito di comunità all'interno dei quartieri che attraversa – ha fatto notare Carla Canale, presidente del CdQ Vigna Murata – dall'altro ha il pregio di proporre un'alternativa all'utilizzo delle auto". Anche per questo è stato riattivato in concomitanza con la settimana europea della mobilità sostenibile.

Il traffico che attraversa il quartiere

"Fonte Meravigliosa e Prato Smeraldo hanno il problema di essere costantemente attraversate da un flusso veicolare che prova ripercussioni in termini di sicurezza e incolumità – ha osservato la presidente del Comitato di Quartiere – le nostre strade, come certificato da studi trasportisti di Roma Servizi per la Mobilità, sono pesantamente attraversate dai cosiddetti bypass funzionali", vale a dire da vie che vengono percorse dagli automobiliti per evitare il traffico di via della Cecchignola e di via Ardeatina.  In tal senso il Pedibus diventa uno stimolo a lasciare l'auto a casa, perchè fornisce ai genitori un'alternativa realmente sostenibile. 

No al prolungamento di via Kobler

Sul quadrante pende poi sempre la spada di Damocle caratterizzata dal prolungamento di via Kobler. Il progetto della tangenziale che dovrebbe unire la Cecchignola ed i nuovi insediamenti urbanistici con via di Vigna Murata è stato declassato a semplice strada, ma non è mai stato stralciato. "Siamo già soffocati dal traffico senza il prolungamento di via Kobler – ha ricordato Carla Canale – per questo proponiamo un modello alternativo, fatto di isole ambientali, zone 30, strisce rialzate e marciapiedi a norma". In questo prospettiva il pedibus diventa un altro mezzo per convincere i residenti a rinunciare agli spostamenti in auto. Quanto meno per il tragitto da casa a scuola.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento