EurToday

Stadio Tor di Valle: ecco cosa manca alla Roma Lido per essere un’alternativa credibile

I numeri dall'attuale servizio della Roma Lido e quelli che sarebbero necessari per soddisfare un terzo dei tifosi giallorossi. Costi e tempi di un'impresa che, a conti fatti, è improponibile. Meglio la metropolitana

La Roma Lido ha da poco festeggiato 90 primavere, senza tuttavia conoscere particolari cambiamenti. Alcune trasformazioni, anche sostanziali, potrebbero  però arrivare con la realizzazione del nuovo stadio della Roma.  A tal riguardo il Comitato Pendolari Roma Lido ha elencato cosa servirebbe alla linea per diventare un'alternativa credibile al trasporto privato.

UNA SOLUZIONE INSODDISFACENTE - Si parte dalla considerazione che lo stadio ospiterà, come da progetto, 60.218 spettatori. E che sarà utilizzato anche in giornate diverse dal sabato e la domenica. Partendo da questi presupposti, ed ipotizzando che circa  un terzo degli spettatori utilizzerà la vecchia “freccia del mare”, ecco quali sono i numeri. “Rispetto all’attuale frequenza mattutina “di punta”  (1 treno ogni  10 minuti) il ritorno alla frequenza a 7 minuti e mezzo com’era prima del 2008, necessita di due corse/ora in più, per ciascun senso di marcia. Quindi 8 treni anziché 6” spiegano in una nota. “L’aumento dell’offerta oraria di trasporto sarebbe pari a 2.000 posti per senso di marcia, se viaggiano i famigerati treni Fiat 500; oppure 2.400 passeggeri, se venissero acquistati i nuovi CAF. Fatti due conti veloci occorrerebbero teoricamente 6-7 ore per assorbire 15.000 tifosi-passeggeri”. Quindi sei o sette ore  per smaltire un quarto dei tifosi. Una soluzione a dir poco insoddisfacente.

UNA SOLUZIONE PIU' VEROSIMILE - Se la prima ipotesi, puramente teorica ed altamente improbabile, prende dunque in considerazione gli orari di punta , la seconda è più verosimile. Si gioca in orari ed in giorni dove passa un treno ogni quarto d’ora. “Potrebbero aver pensato che gli eventi sportivi principali si svolgono sabato pomeriggio-sera o domenica e, talvolta, le sere dei mercoledì e dei giovedì. Con tali giorni e questi orari, l'attuale frequenza sale a 15 minuti” ricordano i portavoce del Comitato Pendolari. "Per queste occasioni ed in queste fasce orarie, portando la frequenza a 7 minuti e mezzo, si aumenterebbe l’offerta di circa 4 treni/ora, ovvero 8.000/9.600 passeggeri/ora”. A conti fatti quindi, basterebbero “due ore e mezza per far defluire 15mila scalmanati tifosi”. Ma forse si potrebbe fare anche di meglio, se questi ultimi accettassero di viaggiare “pressati come sardine”.

LE ALTRE CONDIZIONI - Ma è realistico come scenario? Secondo il Comitato dei Pendolari “Il tutto funzionerà, se capitreno, vigilantes, DCT di Acilia ed avvisi acustici, pulizie, macchinisti e personale di stazione saranno in quelle stesse ore presenti e disponibili quanto serve e non come lo sono oggi, nel ‘Deserto dei Tartari’ dei pomeriggi domenicali”. Tante variabili da tenere sotto controllo, quindi.

LA ROMA LIDO DIVENTA UNA METROPOLITANA - Vale la pena continuare ad investire sulla Roma Lido, come linea di superficie, per raggiungere lo stadio? L’analisi del Comitato è particolarmente ricca, ma alla fine si torna ad un vecchio refrain: “trasformare tutta la Roma Lido in metropolitana”. Questo cosa comporterebbe? “ I treni sarebbero ogni tre minuti, ma i costi di infrastruttura e del materiale rotabile” sarebbero un problema non di poco conto. “ Chi se li carica – obiettano i Pendolari –  ricordando a tutti che ATAC fatica a riparare un marciapiede rotto da mesi a Tor di Valle o ad installare venti metri di pensilina sul marciapiede in direzione Ostia? Per non parlare dello stato di avanzamento dei lavori del nuovo fabbricato passeggeri di Tor di Valle, pagato coi pochi soldi, ma veri, messi dalla Regione”. Tanti interrogativi dunque che a conti fatti alimentano un tema posto da residenti e pendolari, molto prima della Giunta Marino. Per fare uno stadio lì, serve un importante investimento sulla mobilità pubblica. Diverso dal mero potenziamento della linea Roma Lido.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento