EurToday

Accordo raggiunto: per rifare il ponte ferroviario l'Ardeatina chiude solo tre mesi

Accolta una delle proposte dell'amministrazione municipale

Il ponte ferroviario da rifare

Saranno concentrati nel periodo estivo i lavori per la realizzazione del nuovo ponte ferroviario di Falcognana. La prima delle richieste che l'amministrazione municipale aveva posto, è stata raccolta. La via Ardeatina, all'altezza del km 14, non resterà di conseguenza chiusa per i sei mesi inizialmente paventati.

Il necessario coordinamento

La buona notizia è arrivata nel corso di un tavolo tecnico svoltosi in via Marsala il 22 marzo. Si è trattato di un importante appuntamento che ha consentito di coordinare la tempistica degli interventi che vedranno impegnate le società dei sottoservizi. "Alla presenza del Coordinatore della Sicurezza di RFI e dei rispettivi omologhi delle varie Società di Sottoservizi – fa sapere Giulio Corrente,  presidente della commissione mobilità del Municipio IX –  è stato confermato che gli interventi su sede stradale avverranno dopo la chiusura estiva delle scuole". 

Un primo importante risultato

"L'interruzione del traffico veicolare pertanto resta confermata dal 15 giugno al 30 settembre, obiettivo che ci eravamo preposti". Il traguardo  raggiunto rappresenta "Un primo importante risultato che ha visto la massima collaborazione di tutti i partecipanti al Tavolo" ha sottolineato Corrente, aggiungendo che il prossimo traguardo da conseguire investe la viabilità.

Un atto dovuto

Meno soddifatto appare il commento del consigliere democratico Alessandro Lepidini. "Direi che si è trattato di un atto dovuto, poichè non era pensabile di bloccare un quadrante per sei mesi. Adesso bisogna lavorare per ottenere gli altri risultati". Si tratta infatti di garantire la viabilità ai residenti ed ai cittadini che, quotidianamente, utilizzano quel tratto della via Ardeatina. Il traffico verrebbe infatti deviato su Porta Medaglia, la strada più devastata dell'intero municipio.

Le altre richieste

""RFI è disposta a rifarne mille metri lineari di Porta Medaglia oppure in alternativa, come proposto dal CdQ di Falcognana, a rifare la via sterrata che dalla rotatoria di Falcognana parte in parallelo all'Ardeatina, in modo da garantire il passaggio ai mezzi di soccorso, all'ambulanza, al trasporto scolastico ed alle auto. E tuttavia nemmeno la somma delle due cose, è sufficiente". Si sta facendo largo l'idea, nel territorio, che sia necessario indennizzare residenti e commercianti per i disagi che il rifacimento del ponte ferroviario comporterà loro. "In un'ottica di indennizzo – commenta Lepidini – direi che sia necessario provvedere almeno al rifacimento del Capolinea della linea 218. Inoltre – conclude il consigliere democratico – è fondamentale garantire anche il trasporto pubblico". Le richieste non mancano. Il primo risultato è stato portato a casa. Ma il Municipio sembra determinato a non mollare neppure sugli altri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento