EurToday

Prostituzione, niente divieti davanti le scuole. Il M5s punta sul nuovo regolamento dei vigili

Bocciata la proposta di Fratelli d'Italia

Niente stretta sui controlli davanti alle scuole, agli ospedali ed ai luoghi di culto. La richiesta che Fratelli d'Italia ha avanzato per contrastare la prostituzione nel IX Municipio non è passata. Bocciata dalla maggioranza, non ha trovato sponde neppure tra le file dell'opposizione democratica.

La proposta di Fratelli d'Italia

"Era l'esatto contrario dello zoning" sottolinea il vicepresidente del consiglio municipale Massimiliano De Juliis. Se la proposta promossa dall'ex minisindaco Santoro puntava a confinare il fenomeno in alcune strade, l'iniziativa di Fratelli d'Italia s'indirizzava invece ad eliminarla solo da particolari zone. Resta un dato di fatto noto evidente a tutti i residenti del Municipio IX. La presenza di lucciole nel territorio, anche al di fuori del Pentagono dell'Eur, appare inarrestabile.

Anche davanti le scuole

"Non si fermano neppure davanti ai bambini. La proposta in effetti è nata dopo aver scoperto che, anche davanti la scuola Formato, c'erano delle prostitute – spiega de Juliis – volevo presentarla in aula già lo scorso giugno, ma i Cinque Stelle suggerirono di ritirare il documento perchè stavano già lavorando con il campidoglio ad un progetto più strutturato cper contrastare la prostituzione. Dissero che sarebbe stato prondo per ottobre, ma ancora non si è visto nulla".

Il proposito del M5s 

La proposta presentata da Fratelli d'Italia, non ha fatto breccia in consiglio municipale. "Il tema è complesso e sappiamo che occorre intervenire a livello nazionale, con un'adeguata legislazione   – ricorda il presidente Dario D'Innocenti – tuttavia qualcosa si può fare subito: noi puntiamo sul nuovo regolamento della polizia locale, visto che l'ultimo risale al 1946. Sulla scorta del decreto Minniti, possiamo intervenire dando nuovi poteri agli agenti, in modo che possano intervenire con azioni di contrasto alla prostizione  più efficaci di quelle attuali".

Tempi stretti

Tempi previsti? "Il nuovo regolamento è già pronto – dichiara il Minisindaco D'Innocenti – compatibilmente con le ultime verifiche degli uffici, sarà presto calendarizzato in Aula Giulio Cesare. Diciamo che verrà approvato entro febbraio-marzo". Non dovrà trascorrere molto tempo quindi per valutare l'efficacia di questo provvedimento. 

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Marito e moglie morti in casa a Tomba di Nerone, ipotesi omicidio-suicidio

Torna su
RomaToday è in caricamento