EurToday

Eur Papillo: la Giunta dice no ad altre speculazioni edilizie

Su casali occupati, Punto Verde Qualità e autodemolitori la Giunta detta la linea. "Vogliamo ampliare la riserva dell'Acqua Acetosa: chiederemo spostamento del PVQ e degli autodemolitori. I Casali andranno bando"

Una presa di posizione netta da parte della Giunta Santoro sulla vicenda che, un paio di mesi addietro, ha tenuto banco nel Municipio IX. I casali del Papillo andranno a bando e quindi verosimilmente  saranno sgomberati. L’operazione, ha spiegato Santoro, fa parte di un progetto più ampio che prevede il tentativo di arginare altre speculazioni edilizie nel quadrante.

LA RISERVA NATURALE - “Ampliare la Riserva naturale Laurentino Acqua Acetosa a tutta l’area tra Via Acqua Acetosa Ostiense ed il GRA, far diventare quell’area un grande polmone agricolo, ricollocare il Punto Verde Qualità e gli autodemolitori presenti nell’area ed evitare ogni tipo di speculazione edilizia”. Tutte iniziative che, ci fa sapere il Presidente Santoro, andrà a proporre  a Roma Capitale ed alla Regione Lazio, forte di un documento che, informa “sarà approvato durante la riunione giunta di mercoledì prossimo”.

L'OCCUPAZIONE DELL'AULA E DEI CASALI - “Oltre alla nuova perimetrazione della Riserva regionale – continua Santoro - vogliamo che i Casali del Papillo siano liberati dall’occupazione così come richiesto dal Consiglio Municipale e possano essere ristrutturati: i soldi ci sono, le idee sul loro futuro anche". Si ricorderà a tal proposito un concitato Consiglio Municipale, con l'aula occupata per diverse ore dagli attivisti del "Pachamama" come è stato ribattezzato il casale dell'Ara dai suoi stessi occupanti. Ristabilito l'ordine nell'aula, venne votato all'unanimità la richiesta di "liberare il casale per consentirne la ristrutturazione".

PUNTO VERDE QUALITA' E AUTODEMOLITORI - Tornando alle intenzioni di riqualificazione del quadrante, Santoro ha ricordato come "Nel percorso partecipativo di dicembre sono arrivate tante belle proposte dai cittadini, dalle Associazioni, dal Comitato di quartiere per utilizzare al meglio quello straordinario patrimonio pubblico. Vogliamo che quei casali siano messi a bando e ridati ai cittadini per realizzare progetti di qualità e che possano inserirsi in un contesto urbano e ambientale di pregio. Per questo chiederemo anche la ricollocazione in un altro sito del Punto verde qualità previsto nell’area, cosi come richiederemo la ricollocazione degli autodemolitori portati dall’ex Presidente del Consiglio Berlusconi nel nostro Municipio. Tutto per sostenere la proposta di tante associazioni di ampliare la Riserva naturale Laurentino Acqua Acetosa. Dopo anni di confusione – conclude Santoro - vogliamo che in questo Municipio l’epoca del consumo indiscriminato del territorio e dell’illegalità finisca per sempre. Il Municipio IX sta facendo l’impossibile per invertire questa tendenza e ci aspettiamo da tutti i soggetti interessati segnali immediati”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

  • Incidente su via di Castel Fusano: scontro auto moto, morto un 40enne

Torna su
RomaToday è in caricamento