EurToday

Il Campidoglio apre le porte al Sentiero del Pellegrino: "Il progetto piace, ma servono i fondi"

L'idea di mettere in sicurezza il percorso che da Circo Massimo si collega con il Divino Amore è stato presentato in Campidoglio. Mariani (M5s): "Puntiamo ad individuare correttamente le risorse da destinargli"

Collega il centro con la periferia, partendo da Circo Massimo fino al Santuario mariano del Divino Amore. E’ il “Sentiero del Pellegrino” più noto della Capitale ma, non per questo, è scevro da insidie. Soprattutto nel tratto che si dipana lungo la via Ardeatina, strada spesso priva d’illuminazione e marciapiedi. Per questo da anni si chiede di metterlo in sicurezza. Un tema, lanciato dal Municipio IX, di cui si comincia a interessare anche il Campidoglio.

LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO - Lunedì 27 febbraio, la Commissione turismo dell’Assemblea capitolina si è interessata del progetto che, come hanno ricordato i Consiglieri di Fratelli d'Italia Massimiliano De Juliis ed Andrea De Priamo “costituisce un percorso ciclopedonale in grado non solo di avere una funzione religiosa, ma anche turistica”. E, non meno importante, rappresenta un potenziale collegamento ciclabile tra il centro e la perieria.  “Abbiamo illustrato il documento che ha già raccolto un ampio consenso in ben due commissioni municipali– sottolineano De Priamo e De Juliis – e lo abbiamo fatto insieme a Don Pasquale Silla. Ringraziamo anche l’assessore Alessandro Drago che è venuto in rappresentanza della Giunta ed ha sostenuto il progetto”. A dimostrazione di un interesse trasversale alla realizzazione dell'intervento.

L'INDIVIDUAZIONE DEI FONDI - L’idea di modificare il tracciato, è piaciuta anche a Roma Capitale. Si tratta in sostanza di sostituire i punti più esposti, con percorsi più sicuri all'interno delle aree verdi. Un'operazione non complicata, ma che inevitabilmente necessita di specifici stanziamenti economici.  “Durante la seduta abbiamo parlato soprattutto dei fondi necessari per realizzare questo progetto, nei confronti del quale non abbiamo nulla in contrario – ha spiegato Alisia Mariani (M5s), presidente della Commissione Turismo in Campidoglio – la risoluzione che è passata in Municipio faceva riferimento a risorse specifiche, destinate al Parco dell’Appia Antica all’interno del quale si sviluppa buona parte del tracciato. L’Assessore Drago ha invece posto l’accento sulla possibilità di recuperare dei fondi europei. Purtroppo non ci sono risorse extra bilancio destinare a questo progetto – ha concluso Mariani – pertanto la nostra attenzione è rivolta ad indicare dove andare a prendere i soldi per realizzare un’opera che, ripeto, è piaciuta”.

LA PROSSIMA TAPPA  - Un altro passo verso la messa in sicurezza del Sentiero del Pellegrino, è stato compiuto. Il percorso è ancora lungo, ma la prossima tappa è certa: il progetto approderà in Aula Giulio Cesare. La tempistica non è nota e dipenderà dall'individuazione dei fondi. Quanto prima sarà chiaro dove andarli a reperire, tanto prima si arriverà in Assemblea Capitolina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Concorso Mibac, bando per 1052 assunzioni in tutta Italia. Tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento