EurToday

Divino Amore, prosegue il pressing per la nuova stazione: "Collega periferia e centro in pochi minuti"

La stazione è richiesta da molti anni dai comitati di zona ed anche dal Municipio IX. Fratelli d'Italia intanto incalza la Regione. "Consentirebbe a 20mila persone di raggiungere Termini in pochi minuti"

Nella foto la vecchia stazione dismessa nel '64

Torna in Consiglio regionale la proposta di realizzare una stazione ferroviaria. Fratelli d'Italia, con un'apposita mozione, ha infatti chiesto sia costruita quella che, probabilmente, è l'opera più attesa del quadrante: "la stazione ferroviaria del Divino Amore".

La crescita demografica

La vecchia fermata è stata chiusa nel 1964. Nelle decadi successive però Falcognana e le zone limitrofe hanno conosciuto un'urbanizzazione esponenziale. Oggi i residenti che abitano in quel quadrante, nell'estrema periferia meridionale di Roma, sono alcune decine di migliaia.

Quale linea ferroviaria

Il Municipio IX,a più riprese, si è espresso a favore dell'intervento. Si chiede di realizzare prioritariamente, sulla fl7 e fl8, la fermata del Divino Amore rispetto alle altre previste dall' accordo quadro sottoscritto nel febbraio 2018 tra Regione Lazio e Rfi. Per quanto riguarda la Roma-Formia-Napoli, in base a quell'accordo, veniva valutata la possibilità di creare una nuova fermata tra Paglian Casale, Divino Amore e Statuario. Il territorio spinge appunto per la seconda opzione: il Divino Amore.

Un collegamento rapido tra centro e periferia

"Abbiamo sollecitato l'intervento della Regione  perchè a nostro avviso la stazione è assolutamente necessaria per consentire ai circa 20.000 residenti di raggiungere in pochi minuti la stazione Termini" ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d'Italia Fabrizio Ghera, per spiegare il ritorno della mozione in Consiglio regionale. "La sua realizzazione ha la duplice valenza strategica – ha sottolineato il capogruppo – serve cioè a collegare un ampio quadrante periferico con il centro città e ad  incentivare l'utilizzo del trasporto pubblico su ferro piuttosto che le auto o i più inquinanti Bus". 

L'interessamento del Comune

La partita è importante ed è seguita ai vari livelli istituzionali. Nel 2018 la Regione Lazio ha firmato, con RFI, un accordo di programma che prevede la realizzazione di alcune stazioni ferroviarie, tra cui quella di Statuario. Ma nell'accordo compare anche l'infrastruttura del Divino Amore della cui messa in opera si sta interessando anche il Comune. Lo scorso gennaio la commissione mobilità di Roma Capitale si è interessata dell'operazione. "Ora siamo in attesa che il documento – ha ricordato il consigliere municipale De Juliis –venga approvato in Aula Giulio Cesare". Il Municipio IX, come accennato, si è già espresso favorevolmente.

L'impegno della Regione

Per quanto riguarda la Regione, Colosimo e Ghera fanno sapere di aver  "ottenuto dall'assessore Alessandri l'impegno a presentare a stretto giro lo studio sulle potenziali domande di mobilità ed esigenze di trasporto su quel settore urbano, attualmente in corso, onde poter avviare al più presto la realizzazione dell'opera". Ventimila residenti guardano con fiducia a questa possibilità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento