EurToday

Quarantamila persone in più a Cecchignola, il quartiere chiede aiuto all'esercito

Dallo SME atteso il via libera per risolvere i problemi di traffico

Nuovi quartieri immersi nel verde. Sembra uno slogan pubblicitario, eppure a certe latitudini della Capitale, è ancora possibile edificare su aree che lambiscono l'agro romano. Succede ad esempio nel quadrante della Cecchignola dove, per effetto del meccanismo delle compensazioni, stanno arrivando nuovi insediamenti. E con loro 40mila residenti che andranno a popolare i futuri quartieri di Cecchignola Ovest e di Colle delle Gensole. Nuovi palazzi che da una parte confinano con il parco dell'Appia Antica. Dall'altra con aree già antropizzate, quali ad esempio Fonte Meravigliosa e Castello della Cecchignola. 

L'arrivo dei 40mila ed il sistema viario

Il fatto di essere immersi nel verde, comporta che i servizi e soprattutto le infrastrutture stradali siano rimaste, negli ultimi decenni, pressocchè invariate. Sono pertanto appena sufficienti a supportare le esigenze degli attuali abitanti, dei quartieri limitrofi. Da qui la necessità di approntare nuove soluzioni. Il problema è sentito, e nel quadrante tutti i comitati lo stanno segnalando. C'è chi propone di prolungare via Kobler fino a via di Vigna Murata, senza però trasformare la strada in una tangenziale. E c'è chi suggerisce , extrema ratio, l'istituzione di zone a traffico limitato. C'è però anche una proposta condivisa, della quale il Municipio IX si sta facendo portavoce, e che riguarda l'apertura di via dei Genieri.

La richiesta allo Stato Maggiore

"Gli abitanti del quadrante non possono più aspettare" scrivono in una nota i Comitati di zona. L'arrivo di altri 40mila abitanti, "triplicherà il traffico attuale su via della Cecchignola". Da qui la richiesta di aprire via dei Genieri al transito di mezzi privati. "Dopo la disponibilità mostrata in tal senso dal Comando della Città Militare Cecchignola – ricordano i Comitati – siamo in attesa del via libera definitivo dello Stato Maggiore dell'Esercito". Per sistemare quella strada, "si chiede a Roma Capitale di valutare la possibilità di una modifica della Convenzione urbanistica".

Le risorse per sistemare via dei Genieri

In sostanza, secondo la convenzione, i costruttori che stanno edificando a Cecchignola Ovest, dovrebbero versare dei fondi per raddoppiare proprio via della Cecchignola. Un'operazione onerosa, resa difficile anche dai ritrovamenti archeologici rinvenuti nella zona. L'alternativa che suggeriscono  i Comitati di Quartiere va nella direzione di aprire via dei Genieri. Consentirebbe 
di deviare parte del traffico diretto sulla Laurentina,  prima che possa raggiungere il punto cruciale del semaforo di Via Kobler. Questa soluzione "potrebbe dare anche una seconda uscita al quartiere Castello della Cecchignola, con il collegamento tra Via Vera Vassalle e Via dei Bersaglieri".

La rotatoria da rivedere

Sempre nell'ottica di migliorare la viabilità del quadrante, i comitati ritengono "non meno importante", apportare delle modifiche alla rotatoria dell'ex Dazio. E' sitautat all’incrocio tra via di Vigna Murata, via Ardeatina e via di Tor Carbone e, nonostante sia stata realizzata dopo anni di attesa, non ha apportato il miglioramento previsto. "Presenta evidenti difetti di progettazione, che ne rendono poco agevole l’utilizzo" scrivono i comitati di quartiere della zona. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento