EurToday

Ardeatina, via i divieti per i mezzi pesanti. Residenti scioccati: "E' un fulmine a ciel sereno"

Eliminati i cartelli che proibivano la circolazione dei tir in direzione centro. Protestano i residenti. De Juliis (FdI): "E' un clamoroso passo indietro"

Una strada sconnessa, buia, ed in parte priva di marciapiedi che attraversa un centro abitato, torna a disposizione dei Tir. I cartelli presenti in via Ardeatina, all'altezza di Falcognana, sono stati rimossi. Indicavano il divieto di transito per i mezzi pesanti.

L'ordinanza firmata a dicembre

"Ora abbiamo la prova del perchè le telecamere non sono mai state attivate – valutano i consiglieri di Fratelli d'Italia Ghera, De Priamo e De Juliis, riferendosi a quelle che, ormai da anni, sono state installate sulla rotatoria di Falcognana – è perchè il  Municipio, Roma Capitale, il Comune di Marino e la Città Metropolitana, ovvero il Movimento 5 Stelle – sottolineano i tre consiglieri  – voleva ripristinare il transito dei mezzi pesanti su via Ardeatina nel senso di ingresso a Roma". Una decisione che è stata formalizzata, fa notare il consigliere De Juliis, con "un' ordinanza che è stata firmata nel periodo Natalizio".

L'ordinanza della Città Metropolitana

A metà dicembre infatti la Città Metropolitana ha disposto "la riapertura al transito  di tutte le categorie di utenti, compreso i mezzi con carico superiore alle 6,5 t" nel tratto compreso tra il km 14+200 e  14+400 di via Ardeatina. Una decisione che, l'ordinanza della Città Metropolitana, ribadisce essere presa nella "sola direzione centro".

Cittadini preoccupati

"E' un fulmine a ciel sereno – commenta Igor Ragusa, il vicepresidente del Comitato di quartiere di Falcognana – a novembre, con la polizia locale ed il municipio, si era discusso dell'istituzione d' un senso unico di marcia per i Tir su via di Porta Medaglia". Opzione sonoramanete bocciata dai residenti che anzi hanno chiesto di potenziare i controlli contro i trasgressori. "Via Ardeatina è una strada piena di buche e anche con una scarsa illuminazione – lamenta il cittadino – però il problema è che, quel divieto, non viene rispettato da nessuno. Eppure qui sono presenti due scuole ed un poliambulatorio". Ed il passaggio dei mezzi pesanti, oltre a devastare la strada, genera insicurezza tra i residenti. 

La sicurezza e le telecamere spente 

"Noi, come Municipio IX,  siamo contrari e faremo pressione su città metropolitana perchè ritiri quell'ordinanza – fa sapere Giulio Corrente, il presidente municipale della commissione Mobilità  – però lì il tema è il controllo. Già oggi – riconosce il consigliere pentastellato – i tir passavano indisturbati per l'assenza di controlli". Per questo occorreva accendere le videocamere sistemate nell'estate del 2017 all'altezza di Falcognana.  "Non vogliamo più vedere morti su questo tratto di strada e, soprattutto, non vogliamo neanche immaginare  che la vita dei bambini, davanti la scuola, possa essere messa a rischio" commentano De Juliis, Ghera e  De Priamo, concordi nel ritenere l'inniziativa delal Città Metropolitana  "una follia da rispedire al mittente". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento