EurToday

Eur, in dubbio l’apertura del Museo della Civiltà Romana: servono altri fondi

Da giugno il Museo della Civiltà Romana è impegnato in lavori di messa in sicurezza ed adeguamento antincendio. Ignorata la richiesta dell'Assemblea capitolina di ulteriori risorse. Siracusa: "Rischia di rimanere chiuso"

La riapertura del Museo della Civiltà Romana e del Planetario rischia di slittare ancora. I lavori, iniziati nel giugno del 2017, potrebbero infatti non essere sufficienti per restituire la struttura ad una funzione pubblica. Una possibilità che il Campidoglio conosce e che, finora, è rimasta sotto traccia.

Ritardi nell'avvio dei lavori

L’assemblea capitolina, ad aprile, ha approvato un documento all’unanimità. Si chiedeva alla Sindaca ed alla sua Giunta di mettere mano al bilancio, per reperire ulteriori fondi da destinare al Museo dell’Eur. “La gara d’appalto avviata il 31 marzo 2014 – si legge nel documento – ha avuto ritardi nell’aggiudicazione a causa dei numerorsi ricorsi presentati al Tar dalle ditte escluse”. Nel frattempo “la chiusura della struttura ha peggiorato la situazione climatico-ambientale interna al Museo, accentuando i problemi di umidità e di infiltrazione nelle sale espositive”. Interventi non contemplati nella gara d’appalto cui si faceva riferimento. Dunque, i lavori oggi in essere, potrebbero rivelarsi insufficienti.

Infiltrazioni e soffitti pericolanti

“Il rischio concreto è che dopo aver completato l’appalto per la riqualificazione delle sale espositive, l'adeguamento alle normative vigenti in materia di igiene e prevenzione incendi, la messa in sicurezza degli spazi e l'eliminazione delle barriere architettoniche, il Museo resti inesorabilmente chiuso, in quanto la struttura è ormai diventata inagibile a causa di infiltrazioni e di soffitti pericolanti” osserva Federico Siracusa, già Vicepresidente del Consiglio nell’attuale Municipio IX. Dopo un sopralluogo della Commissione Cultura, verificato il deterioramento dell’edificio, i consiglieri capitolini erano arrivati ad una conclusione: servono più fondi.

I fondi richiesti

Per l'assemblea capitolina, la strada maestra da seguire, è quella della variazione di Bilancio. Nel documento si legge infatti che a seguito dell'aggiudicazione dei lavori di appalto sono state realizzate economie da ribasso d'asta a disposizione dell'Amministrazione pari ad Euro 722.815. Da lì si chiede di attingere per “finanziare il completamento dei lavori di manutenzione del Museo della Civiltà Romana e del Planetario”. Tuttavia “di questa variazione nel bilancio previsionale del 2017- conclude Siracusa - non c'è però traccia”. Da qui il rischio di trovarsi, tra qualche mese, con una struttura priva di barriere architettoniche e con le norme antincendio rispettate.Eppure paradossalmente chiusa al pubblico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento