Eur Today

Fonte Laurentina, accolte le richieste: arriva un bando per il casale di Pontecorvo

La Commissione Attività Produttive fa proprie le richieste dei residenti. Errico (M5s): "Emerse inadempienze del soggetto concessionario. Il Casale ora versa nell'inutilizzo e nell'incuria più totale. Vogliamo un bando"

Si riapre la partita sul futuro di uno storico casale dell'Agro romano.  Si trova nel parco Pontecorvo, in zona Fonte Laurentina. E' stato ristrutturato  ma per tanto tempo è rimasto in uno stato di apparente abbandono. Per questo i residenti  che,  nel quartiere,  soffrono dell'assenza di luoghi d'aggregazione,  ne hanno rivendicato un diverso utilizzo.

LO SCORPORO - “Le richieste dei cittadini di Fonte Laurentina sono state accolte  dalla Commissione Bilancio, Patrimonio, e Attività Produttive  che ha preparato una Risoluzione con cui si chiede lo scorporamento del Casale Pontecorvo dalla concessione sportiva della Fitarco e la messa a bando dello stesso con finalità socio-culturali” fa sapere il presidente della Commissione Filippo Massimo Errico.

L'ABBANDONO ED IL PARCO - La questione è stata affrontata anche in sede comunale. “Lo scorso 22 marzo, in una seduta della Commissione sport del Campidoglio, i portavoce municipali hanno fatto emergere una serie  di inadempienze del soggetto concessionario riguardo il Casale che lo hanno fatto riversare nell'inutilizzo e nell'incuria più totale” spiega il consigliere Errico (M5s). “Quella condizione è inaccettabile visto che si tratta di un bene di proprietà Comunale e di un casale la cui memoria storica-sociale rappresenta un valore inestimabile per il territorio. Per questo lo scorso giovedì 23 Marzo, il Consiglio municipale ha deliberato tale atto per supportare al massimo i cittadini”.

UNA VITTORIA - Soddisfatti i residenti. “Tre anni fa, con l’associazione ‘I Casali della memoria’ abbiamo iniziato un percorso, che puntava alla valorizzazione dei manufatti presenti in un territorio che rappresenta il confine ultimo dell’Agro romano meridionale. Qui c’erano i casali dei mezzadri che lavoravano per il Principe Torlonia, e quello nel parco di Pontecorvo è uno di loro. Farlo mettere a bando era un nostro obiettivo e lo abbiamo quasi raggiunto – commenta Maurizio Romano, presidente dell’associazione – quindi sicuramente siamo contenti e questa per noi è una vittoria. Ne approfitto per far sapere che stiamo chiedendo che venga messo a bando anche un altro storico casale presente nel quartiere”. E' quello che si trova vicino Tor Chiesaccia e che, l'amministrazione Calzetta, aveva destinato ad un progetto d'integrazione sociale che non è mai decollato.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Colli Aniene: si ribalta una gru, operaio 57enne muore schiacciato

    • Economia

      Da Alitalia nuovo colpo per l'occupazione di Fiumicino e Roma: 10.000 lavoratori a rischio

    • Politica

      Raggi visita Ostia: "Che eccellenza il Polo Natatorio! Ora giù il Lungomuro"

    • Cronaca

      Castro Pretorio, 20enne trascinata dietro ai cassonetti e violentata da due uomini

    I più letti della settimana

    • Eur, il laghetto che doveva essere balneabile tra alghe e discoteche: il decoro dov'è?

    • Colombo a 30 e 50 km/h, una petizione per annullare i limiti. "Strada non sicura"

    • Colombo a cinquanta all'ora: "I limiti dobbiamo considerarli definitivi?"

    • Prostituzione all'Eur: fuochi accesi per scaldarsi durante la notte

    • Mostacciano, brucia il giardino davanti un asilo nido. Montano le proteste

    • Decima, la scuola dei Lillà resta chiusa. Insorge il Comitato di Quartiere: "Ci sentiamo presi in giro"

    Torna su
    RomaToday è in caricamento