EurToday

Centrale Acea: il Comune vota la sospensione dei lavori

All’unanimità l’Assemblea Capitolina ha votato la sospensione dei lavori per la realizzazione della cabina elettrica di via Milleovi. “Adesso rimettiamoci al tavolo, ma stavolta con i cittadini”

Foto di Luca Verducci

Sulla vicenda legata alla Centrale Acea di via Millevoi, arriva una fumata bianca dal Campidoglio. Grazie al documento presentato in Aula Giulio Cesare dai Consiglieri Cozzoli e Quarzo,  anche l’Assemblea Capitolina ha potuto valutare l’importanza e la gravità della situazione, da tempo denunciata dai residenti e da qualche consigliere.

LA VITTORIA DELLA GENTE - “Questa è la vittoria della gente!” ha commentato subito Massimiliano De Juliis (FI) il primo Consigliere ad aver acceso i riflettori sulla cabina. E proprio verso il comportamento del Municipio che l’attuale Vicepresidente della Commissione Ambiente ha voluto far chiarezza. “La  trasformazione di 5000 mq di verde pubblico in impianti tecnologici  è avvenuta senza effettuare  la ‘partecipazione’ con i cittadini. Il Municipio è stato completamente assente, non avvisando il quartiere e decidendo di non esprimere il parere sulla delibera di trasformazione dell'area. Oltre a questo,anche i dubbi dal punto di vista urbanistico e dei vincoli ambientali, ci hanno portato prima a denunciare la vicenda, poi a rimanere al fianco dei cittadini in questa battaglia e a richiedere la sospensione dei lavori per fare i dovuti e necessari approfondimenti”.

LA NECESSARIA PARTECIPAZIONE - Le responsabilità del Municipio, rispetto a quanto successivamente è avvenuto, secondo De Juliis sono lampanti. “La sospensione era stata richiesta anche in Municipio ma il Presidente Santoro nulla ha fatto, anzi – e non è la prima volta che il Consigliere forzista lo sottolinea - ha rilasciato autorizzazioni di apertura cavo ad ACEA propedeutiche alla realizzazione della stessa cabina, di fatto non rispettando  la volontà del Consiglio. Ora chi deve far rispettare la sospensione lo faccia e rimettiamoci al tavolo, questa volta con i cittadini, perché siamo convinti che i vincoli ambientali presenti nell'area non potevano permettere quanto sta avvenendo”. Intanto, come già anticipato, prosegue il ruolino di marcia dei cittadini che presto incontreranno l’Assessore Caudo ed ancor prima spiegheranno, alle telecamere di RaiTre, il problema che da quattro mesi stanno tentando di denunciare.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Mercato immobiliare Roma: atteso un consolidamento delle compravendite, ma valori ancora in calo

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento