EurToday

Torrino, Gargano: “Sulla ciclabile il centrodestra ed il M5S hanno le idee confuse”

Il Presidente del Consiglio Municipale attacca l’opposizione. Sulla ciclabile di via Città d’Europa “Pollak prima dichiara voto favorevole e poi la boccia”

La votazione relativa al proseguimento della pista ciclabile, già costata 240 mila per appena 670 metri di percorso, ha prodotto degli strascichi. Da una parte, l’opposizione municipale, composta dai Consiglieri a 5 Stelle e da una parte del Pdl (Pollak e Riccitelli). Dall’altra la maggioranza, che rivendica la decisione, approvata “in seconda chiama”, di collegare il troncone ciclabile del Torrino all’Eur.

LE MOTIVAZIONI DEL Sì - “La maggioranza del IX Municipio ha presentato martedì 2 ottobre una risoluzione per completare la pista ciclabile in Via delle Città d’Europa, progetto proposto dal Centrodestra nella precedente consiliatura, richiedente migliaia di euro alla Pubblica Amministrazione. Non volevamo questo impiego di denaro ma ci siamo trovati, e non è la prima volta, a chiedere di terminare progetti lasciati a metà per salvaguardare il territorio dalle numerose opere incompiute dalla precedente maggioranza”afferma Andrea Gargano, Presidente del Consiglio Municipale.

IL PRESUNTO OSTRUZIONISMO -  “ Ciò che è accaduto in aula su una Risoluzione sulla ciclabile approvata già in Commissione Lavori Pubblici, dimostra la grave irresponsabilità di questo centrodestra che, pensando di disturbare la maggioranza facendo nuovamente ostruzionismo, abbandona la città e le persone all’incuria ed al degrado sulla scia dei precedenti cinque anni. Ne è la conferma il repentino cambiamento di intenti del Consigliere Pollak che prima aveva dichiarato parere favorevole e, successivamente, ha cambiato idea dichiarando voto contrario. Questo conferma la grande confusione del centrodestra. Per ciò che riguarda il M5S,  che si fa portavoce di sana politica – incalza il Presidente Gargano - dovrebbe essere a conoscenza del fatto che già il sottoscritto, in sede di Commissione, aveva chiesto un’opportuna valutazione di costi per decidere se proseguire nell’opera o meno.  Loro, per primi, dovrebbero essere sensibili rispetto al denaro speso da parte della Pubblica Amministrazione e garantire il senso della responsabilità nel voler completare un’opera per salvaguardare il decoro urbano”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento