EurToday

Tor de’ Cenci: le voci contrarie alla Bretella

Nella Conferenza Stampa indetta dal Comitato No Corridoio, tutti gli attori istituzionali presenti, dal Municipio alla Provincia, passando per Comune e Regione, in maniera trasversale, bocciano il progetto appena approvato dal CIPE

La sala del Carroccio, al Campidoglio, è piena di attori istituzionali. Sono venuti dal Municipio, dal Comune ma anche dalla Provincia, per ribadire la propria contrarietà rispetto ad un’opera dai più considerata dal forte impatto in termini ambientali, ma anche per la qualità della vita delle persone.

Il Municipio XII. Il Presidente Calzetta, intervenuto all’incontro, ha ricordato come “nonostante il Municipio nel 2009, avesse stanziato un milione e mezzo di euro per mettere in sicurezza via del Risaro, - dove  ora passerà la Bretella - consentendo un collegamento tra Tor de’ Cenci e Vitinia, non si è riusciti a portare a termine l’opera per la presenza di una serie di vincoli su quel tratto. Mi chiedo adesso che fine abbiano fatto quei vincoli”.

La maggioranza capitolina. Dal Comune, invece, si sono registrati gli interventi di Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Ambiente, che ha sottolineato come “quando si parla di temi come questo, bisogna confrontare sempre diversi aspetti e priorità. Il tema delle infrastrutture strategiche, in questo caso, si deve confrontare  con il tema altrettanto importante del rispetto del territorio, della tutela di quel valore immateriale che è il paesaggio,che determina una migliore qualità della vita. Per questo – ha concluso De Priamo – abbiamo presentato un ordine del giorno che quasi ricalca la posizione  espressa in sede Consiliare dal Municipio XII. Abbiamo semplicemente aggiunto, come la valutazione di ipotesi progettuali alternative, quella di  valutare l’opzione di una bretella in trincea”.

L'opposizione capitolina. Di diverso avviso l’opposizione comunale, rappresentata da Gemma Azuni (SEL) e Athos De Luca (PD). Quest’ultimo ammettendo che “l’Ordine del Giorno votato a maggioranza dalla Commissione Ambiente non ci piace, in relazione alla proposta della trincea. Quello che chiediamo , è di investire il sindaco di questo problema della bretella, affinchè, come Comune, ci si possa far  carico di sospendere questa cosa. Riaprendo alla partecipazione, istituendo un tavolo di lavoro, e  ricominciando una discussione”. La Azuni, invece,  ha ricordato “ che già nel ’93, quando ero Presidente del Municipio 12, ci impegnammo contro la realizzazione dell’autostrada. In epoca recente, già a partire dal 2009, abbiamo presentato un oridine del giorno chiedendo di non sprecare i soldi per quest’opera inutile, ma di realizzare una metropolitana leggera, di mettere in sicurezza la Pontina fino a Terracina e di potenziare le reti ferroviarie pontine, poiché le merci possono essere trasportate tranquillamente sui treni”.

L'opposizione regionale. In rappresentanza della Regione, oggi era presente il Consigliere della Federazione della Sinistra, Fabio Nobile che ha aperto il suo intervento, polemizzando con l’affermazione de “la Presidente Polverini che,m in un’agenzia, ha dichiarato come  oggi sia una  giornata importante per le infrastrutture del Lazio”. Nobile ha poi ribadito “l’importanza che il movimento rimanga indipendente, ma allo stesso tempo è necessario che i consiglieri presenti, si adoperino per portare le loro istanze dentro ai relativi partiti. Altrimenti il rischio è quello che si sviluppi una percezione per cui, per salvarsi l’anima si dicono delle cose, ma poi si lascia che il percorso intrapreso resti immutato”.

L'opposizione provinciale.Infine, da registrare anche l’intervento del Consigliere Provinciale Piero Cucunato che ha voluto portare all’attenzione dei presenti come “l’unico atto ufficiale pervenuto al Ministero delle Infrastrutture è la mozione da me promossa, in data 28 giugno, e sottoscritta all’unanimità dal Consiglio Provinciale, per chiedere la sospensione e la revisione del progetto, anche al fine di sollecitare un tavolo interistituzionale con Regione, Comune e Municipio, stante l’ampio dibattito pubblico sviluppatosi  nel corso degli ultimi mesi”.

Il Comitato No Corridoio. Alla conferenza stampa, aperta da Gualtiero Alunni, ha partecipato anche Nando Bonessio, Presidente Regionale dei Verdi, storico avversario del Corridoio e della Bretella, ed alcuni rappresentanti del Municipio XII.
L’appuntamento, per le prossime mobilitazioni “assolutamente pacifiche”, come sottolineato con chiarezza dal portavoce del  Comitato No Corridoio,  è fissato per settembre. Da evidenziare come, in maniera trasversale, quasi tutti gli attori istituzionali presenti abbiano riconosciuto l’importante ruolo svolto dal Comitato nel reperire, nel corso degli ultimi mesi,  la documentazione progettuale messa  a disposizione ai vari livelli istituzionali.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento