EurToday

Vitinia: in marcia contro la discarica

Compresa tra le due riserve naturali, Decima Malafede e Litorale Romano, via del Risaro rischia di trasformarsi in discarica

via del risaro discarica abusiva

Il ping pong che si è ingenerato, tra conferme e smentite, sulla possibile realizzazione di una discarica in Via del Risaro, tra Vitinia, Villaggio Azzurro e Tor de’ Cenci, continua a fornire importanti spunti di riflessione. Nuove realtà, giorno dopo giorno, si stanno inserendo nel dibattito.

Alla contrapposizione tra il Comitato di Quartiere di Guido Basso che accusa  di faziosità e di ”allarmismo” il ‘comitato no discarica a Quartaccio’ di Gualtiero Alunni, si inserisce una terza realtà, con la determinazione e la concretezza che la caratterizza.

E’ il caso dell’associazione Viviamo Vitinia e del suo presidente, Paola Badessi. Entrambe vantano un curriculum d’eccezione, che le vede impegnate in azioni significative in difesa dell’ambiente.

Dalla battaglia contro la speculazione edilizia dell’area ex carburanti, unico polmone verde del quartiere, alla campagna “non bruciamoci il futuro”, studiata per offrire reali alternative all’uso degli inceneritori, Viviamo Vitinia ha da poco preso parte ad un’altra iniziativa.
 
"Abbiamo partecipato attivamente alla raccolta di firme per la proposta di legge regionale di iniziativa popolare sui rifiuti alternativa agli inceneritori  chiedendo in primo luogo di rifiutare l’incenerimento come risoluzione del problema dei rifiuti e di sostituirlo con il riciclaggio a freddo- ricorda Paola Badessi -  il 13 luglio scorso  la proposta di legge e' stata finalmente validata in Consiglio regionale.

Dopo la discussione su eventuali emendamenti di legittimità, proseguirà il suo iter presso la Commissione Ambiente e per l'approvazione in aula. Ne stavamo per dare il lieto annuncio quando sono apparse sulla stampa notizie molto inquietanti. Sembra infatti che la Giunta regionale abbia individuato nel Comune di Fiumicino l’area adatta alla discarica “di nuova generazione” che dovrà sopperire alla chiusura della discarica di Malagrotta”.

“ Piove sempre sul bagnato! – dichiara Badessi -  Sì, perché proprio nella parte di Via del Risaro esterna al quartiere, noi “vitiniesi” già vantavamo la presenza di una delle più “prestigiose “ discariche abusive. Qui, la protezione è addirittura doppia poiché Via del Risaro ricade in parte nella Riserva di Decima Malafede ed in parte nella Riserva Naturale Statale del Litorale Romano! Ed è talmente protetta che le Autorità comunali non possono rischiare neppure di curarne pulizia e manutenzione! Insomma, oltre al danno, la beffa!

Anche per questa ragione, l’Associazione prenderà parte, venerdì prossimo, al corteo di protesta che dalle vie di Vitinia e Tor de Cenci, raccoglierà il disappunto dei residenti verso l’eventuale realizzazione di una discarica in via del Risaro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento