Eur Today

Municipio IX, Forza Italia va all'attacco: “Il treno del cambiamento è rimasto in stazione”

Dall'Eur a Tor di Valle segnalate le generali condizioni di abbandono in cui versa il territorio. Cucunato (FI): "Che vogliate o meno fare lo stadio, almeno pulite le aree intorno a Tor di Valle"

Rifiuti a Tor di Valle: foto di P. Cucunato

Rifiuti, insediamenti abusivi, degrado. E grandi opere che, se non sono state eliminate, sono comunque rimaste ai nastri di partenza. Il bilancio di questi primi otto mesi a guida Cinque Stelle, per il Capogruppo di Forza Italia in Municipio IX, è negativo.

IL TRENO DEL CAMBIAMENTO - "Se Roma è una città piena di difficoltà, dove la macchina  amministrativa stenta a partire, all’Eur il treno del cambiamento non ha mai lasciato la stazione di partenza. Le tante iniziative urbanistiche che dovevano far ripartire il territorio, sono state fermate da chi ha deciso di non governare e rinviare al giorno dopo ogni decisione. Stadio, si stadio no, stadio ni – denuncia il Consigliere Piero Cucunato (FI) durante una Commissione congiunta Urbanistica e Ambiente - sia che vogliate, sia che non vogliate fare lo stadio, prima pulite le strade e le aree intorno a Tor di Valle, ormai diventata una discarica a cielo aperto per la felicità di quegli ambientalisti, pronti a fermare ogni azione di sviluppo sul territorio e non preoccupati del degrado che ormai regna da mesi ”. 

UN DIFFUSO DEGRADO - A proposito di abbandono “in questi giorni abbiamo segnalato l’impressionante degrado della pista ciclabile, con un accampamento di sbandati ai suoi bordi; lo stato di abbandono delle strade e la situazione ambientale che c’è nell’area circostante Tor di Valle e del vecchio ippodromo” ricorda Cucunato. Nel mirino del Capogruppo di Forza Italia non c’è soltanto l’area interessata dal progetto di Pallotta e Parnasi. Spostandosi nel cosiddetto “Pentagono” il consigliere denuncia anche le condizioni dell'area dove sono presenti le torri di Ligini . “Oltre all’estetica imbarazzante di quei palazzi, si sta creando un degrado urbano e ambientale che rischia di penalizzare il centro congressi della Nuvola e ogni attività commerciale adiacente ”.  In definitiva  “Va bene dire no alle grandi opere, dalle Olimpiadi alle Torri - si legge nella nota diffusa da Cucunato - ma almeno siano  riparate le buche, eliminate le discariche, puliti i parchi e fatti  funzionare  i servizi”. Dopotutto “come tasse locali, a Roma si paga il costo più alto d’Italia”.     
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Campidoglio, protestano contro il M5s: daspo per 25 lavoratori della Multiservizi

    • San Basilio

      San Basilio, fogne rotte e topi nelle case del Comune: esplode la rabbia dei cittadini

    • Cronaca

      Omicidio a Tor Vergata: agguato in strada, 43enne ucciso da quattro colpi di pistola

    • Cronaca

      Alessandrino, prima la rapina poi l'inseguimento. Testimoni: "Spari in strada"

    I più letti della settimana

    • Colombo, il sottopasso Malafede si avvicina: la partenza del cantiere nel 2018

    • Eur, il laghetto che doveva essere balneabile tra alghe e discoteche: il decoro dov'è?

    • Colombo a 30 e 50 km/h, una petizione per annullare i limiti. "Strada non sicura"

    • Colombo a cinquanta all'ora: "I limiti dobbiamo considerarli definitivi?"

    • Cristoforo Colombo, alberi sulla carreggiata: chiusa la corsia laterale

    • Ubriaco insulta passeggeri e aggredisce carabiniere sullo 04, arrestato

    Torna su
    RomaToday è in caricamento