EurToday

Filobus: parte il conto alla rovescia ma c'è un quartiere che si sente soffocato

La Sindaca annuncia l'avvio della fase di pre-esercizio dei filobus. Ma i problemi con Giuliano Dalmata rimangono, come ricordano i residenti: "L'ultimo tratto di preferenziale ci complica l'accesso al quartiere"

Inizia il conto alla rovescia. L'infrastruttura viaria più attesa nel quadrante sud della Capitale è pronta per essere inaugurata. Dopo aver formato i conducenti ed aver testato la tenuta della linea elettrica, sono infatti partiti i test sui mezzi della Breda Menarini.

L'ultimo collaudo

" È quasi tutto pronto per l’avvio del nuovo servizio filoviario Eur Laurentina-Tor Pagnotta. Ieri (lunedì 17 giugno ndr) – ha annunciato sui propri canali social la sindaca Raggi – è partito il pre-esercizio di Atac". Il corridoio , 5,5 chilometri per senso di marcia che procedono in maniera speculare dal capolinea metropolitano della linea b fino al quartiere di Fonte Laurentina, è prossimo all'apertura.  

L'annuncio della Sindaca

"A breve sarà disponibile un nuovo servizio per i tanti lavoratori e residenti che questi lavori li hanno visti nascere più di un decennio fa. Un altro cantiere bloccato che noi abbiamo fatto ripartire per garantire un collegamento diretto e rapido tra la metro e i quartieri più periferici a sud di Roma. Tempo risparmiato per tutti - ha ricordato la Sindaca -  senza attese o ingorghi e una qualità dell’aria migliore grazie all’uso di mezzi elettrici". Affermazioni che probabilmente valgono per la gran parte dei residenti. Non per tutti.

Il caso sollevato da Giuliano Dalmata

A Giuliano Dalmata, quartiere situato sulla via Laurentina, gli abitanti masticano amaro. La raccolta firme, per chiedere di non realizzare l'ultimo tratto frammentario di preferenziale, è stata accolta in Municipio IX. Ma dall'Ente di prossimità, l'instanza dei cittadini, non ha poi fatto breccia a livello capitolino. "Venendo dalla metro Lauretina, per raggiungere il villaggio Giuliano Dalmata, devi superarlo e tornare indietro. Con un semaforo che scatta ogni 16 secondi, ci si  impiegano anche 20 minuti per percorrere pochi metri" sottolinea Thomas Colasanti, il residente che aveva lanciato la petizione online.

L'ultimo tratto del corridoio

Il problema era stato rappresentato anche all'Ente di prossimità. "Purtroppo la posizione del Municipio non è stata ascoltata. Noi segnaliamo che, l'aver chiuso via Cippico e via dei Sommozzatori, danneggia residenti e commercianti"ha ricordato Colasanti. Quello che accede, in sostanza, è che in assenza di una vera preferenziale, nell'ultimo tratto  il filobus passa dalla corsia centrale a quella di destra, dove sono posizionate delle fermate. Per consentire di eseguire le manovre in sicurezza, via dei Sommozzatori e via Cippico, non sono più direttamente accessibili per chi proviene dal centro. Ed in questo modo il quartiere resta penalizzato. In alternativa, volendo mantenere una preferenziale anche nell'ultimo tratto di via Laurentina, il municipio aveva suggerito di lavorare sui tempi semaforici. Ma la proposta non è stata accolta. Ed a giorni il filobus entra in esercizio. Dopo dieci anni dall'inizio dei lavori, quella criticità non è stata risolta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • L'allarme del fidanzato, poi la scoperta nel burrone: Claudia trovata senza vita dopo un incidente

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Spunta uno scheletro durante gli scavi: l'ipotesi della Soprintendenza per la "mummia" di Piramide

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

Torna su
RomaToday è in caricamento