EurToday

Torrino: richiesto un tavolo tecnico per aprire l’impianto sportivo Fiume Giallo

Nonostante l’assegnazione all’Associazione Sportiva Dilettantistica Algarve, rimane chiuso l’impianto sportivo Fiume Giallo, in zona Torrino Sud. Il Consigliere Cimini chiede un tavolo tecnico per consentire l’apertura

Di impianti sportivi, il territorio del Municipio XII, non è certamente scevro. Diversamente da quanto si è portati a ritenere, la questione di una corretta gestione delle strutture di proprietà comunale,non si esaurisce con la polemica che ha caratterizzato la pubblicazione di notizie sul Tre Fontane, o sul Tellene.

IL PALAZZETTO FIUME GIALLO. Vi sono, all’interno del territorio, palazzetti dello sport altrettanto agognati, di cui si parla poco. Uno di questi, in un elenco che tuttavia potrebbe proseguire, è quello denominato “Fiumo Giallo”, in zona Torrino Sud.
La storia di questa struttura, già oggetto di saccheggio e devastazione, è particolare. Venne assegnata dal Comune ad un’Associazione Sportiva, la ROMA Pallavolo A.S.D., che risultò vincitrice di un bando pubblico. Il problema che si riscontrò, grazie al ricorso presentato prima al TAR e poi al Consiglio di Stato da parte del Consorzio Roma Eur Torrino Sport, era semplice: la ROMA Pallavolo A.S.D. aveva dichiarato di gestire altri impianti sportivi, la qual cosa le aveva attribuito un punteggio maggiore rispetto al Consorzio. Tuttavia, una di queste strutture, il Palazzetto di Viale Tiziano, risultava essere gestito dalla Coni Servizi. Da qui il ricorso, che portò, infine, alla riassegnazione del “Fiume Giallo” all’associazione capofila del Consorzio Roma Eur Torrino Sport, ovvero l’Algarve.
Purtroppo, nonostante il palazzetto si stato assegnato al soggetto che, probabilmente giò dal 2009doveva averne la gestione, il Fiume Giallo continua a rimanere chiuso al pubblico.

RICHIESTO UN TAVOLO TECNICO. "Come già precedentemente accennato dalla Presidenza del Municipio – ci fa sapere il Consigliere Massimo Cimini (Pdl)  - ho sollecitato  al Presidente Calzetta la necessità di definire con il competente Dipartimento Sport di Roma Capitale, presieduto dal Delegato On. Alessandro Cochi, la questione dell’impianto sportivo comunale Fiume Giallo, ancora drammaticamente chiuso dopo l’assegnazione, diversi anni fa,  alla A.s.d. Algarve che ne aveva giustamente vinto ricorso davanti al TAR ed al Consiglio di Stato: credo che, se per le mutate condizioni economiche contestuali a livello pubblico e privato, l A.s.d. stessa non ha ancora potuto dare il via ai lavori e aprire quindi l’ impianto – chiarisce il Consigliere, membro della Commissione Sport del Municipio XII -sia dovere delle due amministrazioni, municipale e comunale, valutata nel caso l’impossibilità di provvedervi anche per il prossimo breve futuro, organizzare un tavolo tecnico alla presenza dei soggetti coinvolti per la realizzazione di un diverso iter amministrativo che consenta finalmente l’apertura al pubblico ed al territorio della struttura in oggetto".
La sensazione è che, nel Municipio XII, la gestione degli impianti sportivi comunali, stia divenendo un tema sempre più presente nell’agenda politica degli amministratori locali. E poiché le strutture presenti, già assegnate o da assegnare, non sembrano essere poche, l’impressione è che, presto, si comincerà a parlare anche di altre strutture che non siano soltanto il Tellene o il Tre Fontane.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento