EurToday

Foresta di Capocotta, Roma Natura: "Mai stata in pericolo"

Il Commissario straordinario dell'Ente regionale, tranquillizza i cittadini preoccupati per le sorti dell'area verde. "C'è stata un'accelerazione nelle predisposizione dei tagli. Sarei però riuscito ad impedirli"

Roma Natura getta acqua sul fuoco. Le critiche arrivate per il taglio degli alberi ed il timore ingeneratosi tra i cittadini, hanno  probabilmente permesso di accelerare l'iter per la salvaguardia della Macchia di Capocotta. Per il  Commissario Gubbiotti però "Tutto quello che in questi giorni è stato montato contro di noi, per una cosa inesistente, non fa certo bene né all’ambiente né alla costruzione di passione per il futuro".

MAI IN PERICOLO - Il Commissario straordinario di Roma Natura è tornato sulla vicenda di Capocotta. Lo ha fatto, per la terza volta in una settimana, ricorrendo ad un comunicato stampa. “La mia volontà è quella di tranquillizzare tutte quelle persone che sinceramente in questi giorni si sono preoccupate tantissimo per il futuro del bosco di Capocotta, garantendo che questo luogo così importante per la biodiversità e per il fondamentale patrimonio di flora e di fauna del sistema dei parchi  - ha dichiarato Maurizio Gubbiotti - non è mai stato in pericolo, e mai verrà messo a rischio".

UN NUOVO CONTRATTO - Per quanto attiene alla ricostruzione della vicenda, il Commissario ha specificato di aver "tenuto fin dall’inizio un rapporto costante con la proprietà che, senza Piano d’assetto e senza più un contratto d’affitto annullato dall’ex commissario Proietti, avrebbe potuto chiedere da sempre un taglio del bosco ceduo, e infatti questa mattina  - ha scritto lunedì 9 marzo - abbiamo sancito come RomaNatura con l’assessore all’Ambiente Fabio Refrigeri e la proprietà Vaselli che non ci sarà nessun taglio e ripristineremo anche un contratto perché metta ancor di più la parola fine su questa questione".

NESSUNA PIANTA SARA' TOCCATA - "Quello che è successo in questi giorni  - prosegue Gubbiotti – è che effettivamente la ditta alla quale la proprietà aveva affidato un nullaosta particolarmente restrittivo rilasciato del tutto autonomamente dall’ufficio naturalistico dell’Ente, è andato ad un’accelerazione nella predisposizione di primi tagli. Ma sono sempre stato sicuro che sarei riuscito ad impedire qualunque taglio com’è perfettamente successo, ed è per questo che possiamo garantire che nessuna pianta sarà mai toccata".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento