EurToday

Casali di Fonte Laurentina: una passeggiata tra storia e leggenda

Escursione didattica tra i casali dell'Agro romano

I fili del passato e del futuro, intrecciati nel racconto di un territorio. E' questa la trama che l'associazione i Casali della Memoria sta cercando di tessere da alcuni anni. Con risultati sorprendenti. Nel quadrante compreso tra Fonte Laurnetina e Tor Pagnotta, un tempo proprietà fondiaria dei principi Torlonia, si è formata una solida comunità. Cresciuta grazie ad iniziative come quella prevista domenica 10 settembre.

"Abbiamo fissato l'appuntamento per le ore 8.45 – anticipa Maurizio Romano, ideatore dell'iniziativa – ci incontriamo a poca distanza da Leroy Merlin, dov'è situato il casale di Pontecorvo. E da lì partiamo  per una passeggiata didattica tra i casali di Fonte Laurentina. Questa volta, rispetto ad iniziative analoghe che abbiamo svolto in passato, abbaimo anche il patrocinio del Municipio IX". Un'indiretta dimostrazione di quanto, anche a livello istituzionale, il lavoro svolto dall'associazione i Casali della Memoria sia stato apprezzato.

"Nel corso degli ultimi anni, abbiamo provato anche a ricostruire storie e leggende di chi questi territori ha vissuto – spiega Romano, la cui famiglia per generazioni ha abitato i casali di Tor Pagnotta – li abbiamo sistematizzati in una piccola raccolta e domenica sarà un'occasione per tornare a parlarne". Una parte sono ispirati agli alberi più rappresentativi del territorio. Come la sughera, l'eucalipto "che in queste terre, ma soprattutto nell'agro pontino veniva piantato per bonificare i terreni, in quanto le sue radici succhiano molta acqua". C'è anche "il vitigno ritrovato e l'ulivo sopravvissuto di casale Pontecorvo".

A proposito di casali, la passeggiata didattica farà tappa in quelli che hanno resistito all'urbanizzazione delle colline su cui sorgevano. E dove oggi è stata edificata Fonte Laurentina e Tor Pagnotta due. "Recentemente – spiega Romano – è stata completata la ristrutturazione di due antichi casali. Rispetto al passato, questa volta la destinazione è stata dichiarata in anticipo: di certo sappiamo che saranno messi a disposizione del quartiere e, almeno in un caso su due, degli anziani che lo abitano". Nel frattempo procede la costruizione di un'identità condivisa. "L'iniziativa è realizzata in collaborazione con il Comitato di Quartiere e saranno anche presenti i giovani Raccoglitori Urbani". Una sinergia efficace, costruita nel tempo anche grazie ai racconti di chi, in questi anni, ha fatto il possibile per preservare la memoria di quel quadrante. La memoria dei casali e dell'agro romano è in buone mani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento