Eur Today

Trigoria: al lavoro per l'ampliamento del Cimitero Laurentino

Il Cimitero Laurentino ha la necessità di essere ripensato, per accogliere nuove salme. Sul piatto ci sono varie proposte che vanno da un allargamento del perimetro all'ottimizzazione degli attuali spazi

Ottimizzare gli spazi o viceversa lavorare per ottenerne di nuovi. La partita per restituire la piena funzionalità al Cimitero Laurentino si gioca su queste due opzioni. Perché ad oggi,  appena quattordici anni dopo la sua inaugurazione, il terzo cimitero della Capitale ha esaurito gli spazi per i suoi loculi.

UN PUNTO DI EQUILIBRIO - Il problema esiste, e si tratta di affrontarlo scegliendo quale sia la strada più praticabile. Intorno al camposanto infatti, lo spazio non mancherebbe. Ma si tratta di una riserva naturale, quella di Decima Maladefede. Quindi la soluzione va cercata trovando un punto di equilibrio tra le varie esigenze. Si tratta pertanto di trovare nuove superfici, cercando di salvaguardare anche le esigenze del parco.  Una questione complicata, rispetto alla quale si registrano delle novità.

L'INTERROGAZIONE - A  gennaio l' ex Minisindaco Pasquale Calzetta, aveva segnalato una situazione di stallo. “A seguito della mia denuncia è scaturita una specifica interrogazione al Sindaco,  a firma dal Capogruppo di Forza Italia Davide Bordoni – fa sapere Calzetta –  Il Direttore Generale di AMA  ha risposto puntualmente all’interrogazione, spiegando quali siano le soluzioni percorrere”. Secondo la ricostruzione dell'ex Minisindaco, il passaggio successivo è stata la presentazione, da parte di Ama, di "un progetto prelminare di ampliamento" che è stato consegnato "al Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale  per i successivi atti di competenza”. Non si tratta però dell’unica iniziativa assunta dall'azienda  municipalizzata.

LE TRE SOLUZIONI - “Ci sono più richieste di ampliamento che sono state presentate da Ama  – chiarisce l’assessore all’Ambiente Marco Antonini – Una è già operativa ed il bando è già stato pubblicato in Gazzetta Ufficale. Prevede la realizzazione di un forno crematorio e di 6mila loculi. Poi ci sono altre due proposte di ampliamento, una sempre all’interno dell’attuale perimetro, ed un’altra che sconfina nell’area protetta”. 

LE SCELTE DA COMPIERE - E' evidente che, a fronte delle differenti opzioni in campo, sia necessario prendere una decisione. “Ora la palla è in mano all’amministrazione di Roma Capitale che, tenendo conto dell’analisi del contesto normativo, urbanistico ed ambientale, della dichiarazione di pubblica utilità e tenuto conto dell’esaurimento delle aree a disposizione dell’attuale cimitero – si legge in una nota inviata da Pasquale Calzetta – deve provvedere attraverso gli uffici dell’assessorato all’Ambiente di Roma Capitale, a convocare una apposita Conferenza dei Servizi”. In quella sede dovranno essere presenti “tutti gli enti competenti, compresa la Direzione del Parco di Decima-Malafede”. La questione dell'ampliamento rimane sul piatto. All'amministrazione il compito di prendere la decisione finale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Raggi inaugura 15 nuovi filobus: "Fermi da tempo, rimettiamo in moto Roma"

    • Incidenti stradali

      Incidente ad Anzio, morto Carlo Sannino 18enne con il sogno di arrivare alle Olimpiadi

    • Cronaca

      Fiumicino, maltrattamenti in una scuola materna: arrestata una maestra

    • Ostia

      Ostia: smantellamento laboratorio analisi del Grassi, raccolta firme per evitare la chiusura

    I più letti della settimana

    • Movida violenta all'obelisco dell'Eur: accoltellato durante una lite, grave un ragazzo

    • Roma pazza per i Montaditos: due nuovi locali a Portonaccio ed Euroma 2

    • Dall'aeroporto alla linea B: entro l'estate potenziata la linea 720

    • Incidente via Ardeatina: frontale tra auto e furgone. Quattro feriti, uno è grave

    • Riapre Cinecittà World: nuove attrazioni, spettacoli e prezzi più bassi

    • Stadio della Roma, il nuovo progetto non c’è. Ma sarà uno “#Stadiofattobene”

    Torna su
    RomaToday è in caricamento