EurToday

Piano di Zona Laurentino, 400 persone in piazza: "E' una vicenda grottesca"

Centinaia di persone hanno affollato il piazzale antistante la sede del Parlamentino di via Silone. Soddisfatto il CdQ Laurentino Fonte Ostiense: "Il Presidente Santoro si è schierato con noi".

C'erano tantissime persone all'incontro svoltosi nel piazzale antistante l'Aula Consiliare, mercoledì pomeriggio. Secondo gli organizzatori, erano addirittura 400 i cittadini del Laurentino che sono accorsi. Tutti interessati a conoscere il punto di vista del Municipio, su un tema molto sentito in zona.

UNA VICENDA GROTTESCA - "Il nostro è un quartiere dove sono stati necessari 30 anni per completare le operazioni di esproprio dei terreni destinati all’edilizia convenzionata – si legge nel volantino che annunciava l'iniziativa - Ancora oggi non vengono mai ricercate le responsabilità delle precedenti Amministrazioni Comunali, con la conseguente dimostrazione che i burocrati comunali hanno sempre avuto la meglio, rappresentando l’esempio di una pessima gestione del Piano di Zona 38".  Albero Voci, già portavoce del Consiglio di Quartiere, ha fatto presente che "quella del Laurentino è una storia grottesca. E' ora di riaprire il dibattito sui vecchi piani di zona. Il Comune deve chiarire come intende utilizzare le aree".

LA RICHIESTA DI EQUITA' - Alle istituzioni locali, viene dunque richiesta chiarezza. "Il Sindaco ed il Presidente Santoro – veniva annunciato prima dell'incontro  – si erano impegnati a ricercare nella massima trasparenza ed equità sociale una soluzione concordata e condivisa per risolvere l’annoso problema del Conguaglio sul diritto di Superficie relativo alle spese relative di esproprio dei terreni degli originari proprietari – veniva annunciato prima dell'assemblea, dal Consiglio di Quartiere, che poi aggiungeva – Siamo in attesa di fatti concreti" .

IL MUNICIPIO CON I CITTADINI - L'appuntamento di piazza, potrebbe aver fornito alcune tra le risposte agognate, almeno sul fronte municipale. "Santoro ha detto che si schiererà a fianco dei cittadini e che non esclude, qualora non si giunga a forme di mediazione, che il Municipio si possa fare parte attiva anche nei confronti della Giunta Capitolina, in caso di decisioni a noi avverse - ci fa sapere Agostino Pergili, storico portavoce del Consiglio di Quartiere Laurentino Fonte Ostiense - noi abbiamo deciso che, se entro 15 giorni la situazione non sarà sbloccata, faremo una manifestazione sotto l'Assessorato capitolino. Vogliamo che siano riparati gli errori del passato e che, quindi, sia ridotta in modo molto significativo la cifra che ci viene richiesta a conguaglio dell'esproprio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento