EurToday

Filobus, la modalità elettrica resta un miraggio: sulla Laurentina si viaggia ancora col diesel

L'intervento annunciato dal Campidoglio non è stato risolutivo. Il corridoio della mobilità è parzialmente transennato e per spostarsi utilizza in gran parte il gasolio

Il filobus a Fonte Laurentina non usa la modalità elettrica

A Fonte Laurentina, nel tracciato riservato al corridoio della Mobilità, sono rimaste delle transenne. I mezzi della Breda Menarini, per spostarsi, continuano ad impegnare la corsia utilizzata anche dal traffico veicolare. Quindi, a distanza di una settimana dalla prima segnalazione, non è cambiato nulla. Per buona parte del tracciato si viaggia utilizzando il motore diesel euro 5.

Un intervento non risolutivo

Il mancato ricorso alla rete elettrica ha una spiegazione. Il Campidoglio si è premurato di far sapere che, la linea di elettrificazione, funziona perfettamente. Le aste non si collegano al bifilare solo a causa dell’avvallamento di alcuni tombini. Un problema in via di soluzione. “Il Dipartimento ha dato ordine al consorzio di Tor Pagnotta di ripristinare il loro corretto livellamento entro venerdì 6 marzo” aveva precisato l'assessorato all'Urbanistica di Roma Capitale. A distanza di una settimana lo stesso Assessorato fa sapere che “i lavori di livellamento sono terminati sabato 7”. Evidentemente non sono stati necessari a riportare, i mezzi della Breda Menarini, all’uso dell’energia elettrica.

La testimonianza

“Le transenne sono rimaste su via Conversi – ha confermato Riccardo De Cristano, un residente di Fonte Laurentina – quei mezzi viaggiano quindi sulla corsia della auto. Cosa che nel quartiere non produce conseguenze sul piano del traffico”. Ma che sicuramente non contribuisce a rendere “green” un mezzo che, per spostarsi, consuma un litro di gasolio ogni chilometro percorso. La piccola rivoluzione, annunciata nel luglio del 2019 con l’inaugurazione dei filobus, sembra davvero lontana. Gli utenti del trasporto pubblico si accontenterebbero anche di meno.

I disagi 

“Da luglio ad oggi è peggiorata la sincronizzazione semaforica. E questo – ha spiegato De Cristano – va ad allungare i tempi di percorrenza di un mezzo che già penalizza chi abita in periferia”. Non è un caso che, sul tavolo della commissione Mobilità del Municipio IX, siano state portate delle richieste. Sono state raccolte ascoltando i comitati penalizzati dall’entrata in funzione del filobus. Il suo arrivo è stato preceduto dalla riorganizzazione del trasporto pubblico. Significa che è stato necessario sopprimere alcune linee e modificare il percorso di altre. Scelte che, l'amministrazione, ha deciso di compiere per promuovere il ricorso al filobus. Un mezzo sostenibile. Almeno nelle intenzioni. Da qualche settmana ha smesso di esserlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Roma, dove ha colpito di più il Coronavirus? Ecco la mappa dei contagi nei municipi

  • Terremoto Roma: nella notte scossa di magnitudo 3, epicentro ad est della Capitale

  • Coronavirus: a Roma 39 nuovi contagiati, 4031 casi totali nel Lazio da inizio epidemia

  • Coronavirus, a Roma 45 nuovi contagiati: 3600 casi nel Lazio da inizio epidemia. "In continua crescita i guariti"

  • Coronavirus, 36 nuovi contagiati a Roma: 3186 gli attuali positivi nel Lazio. Trend per la prima volta è al 3%

Torna su
RomaToday è in caricamento