EurToday

Fonte Laurentina: il Parco di Pontecorvo dev’essere manutenuto

Il Parco di Pontecorvo, area verde superstite di Fonte Laurentina, necessita di manutenzione. Tra altalene e scivoli rotti, i residenti segnalano anche "una vasca di raccolta dell'acqua accessibile ai bambini. Può diventare pericoloso"

Il Parco di Pontecorvo rappresenta croce e delizia del quartiere di Fonte Laurentina. In positivo ha il fatto di essere una delle ultime aree verdi ad essersi salvata dagli sviluppi urbanistici che hanno interessato il quadrante. In negativo invece, va segnalata l'annosa questione della manutenzione, non sempre impeccabile.

UNA MERAVIGLIOSA AREA VERDE - Recentemente il Presidente del CdQ Alessandro Recine ha preso carta e penna ed è tornato a scrivere al Municipio IX ed al Dipartimento Sport del Comune di Roma. Nella lettera si è fatto notare come il parco, sia una “meravigliosa area verde che i residenti utilizzano giornalmente per fare jogging  e fitness, ma anche per andare in bicicletta, per fare partite a calcetto ed a tennis, e per far giocare i bambini”. Tuttavia, perché il parco sia fruito nel pieno delle proprie possibilità, è anche necessario che qualcuno se ne prenda cura.

LE RICHIESTE DEL COMITATO DI QUARTIERE - “Tutto il parco necessita di urgente sfalcio d’erba, inclusa la pista ciclabile – osserva Recine – è privo d’illuminazione notturna e resta sempre aperto. La mini area fitness necessita di manutenzione ed inoltre la rete risulta divelta all’altezza di via Tedone”. La lettera di chiude con la richiesta del disciplinare di concessione del Parco.

GIOSTRINE PERICOLOSE - Alle richieste formali del Comitato di Quartiere, si sono poi affiancate le numerose segnalazioni dei residenti. “La scorsa settimana ero al parco e ad un tratto ho visto mio figlio che giocava con una trave staccatasi da una panchina – scrive un papà – era piena di chiodi arrugginiti”. Una mamma invece fa notare che “le altalene vicino al Palafitarco dei piccoli e lo scivolo sono rotti. Quest’ultimo da più di un anno e la plastica – aggiunge preoccupata – può essere tagliente”.

POTENZIALE PERICOLO - Ma i problemi non sembrano facilmente elencabili. “La manutenzione del verde è carente – ci spiega Maurizio Romano, memoria storica del quadrante – un paio di settimane fa è caduto un pioppo cipressino a ridosso del campo di calcetto. Lo hanno tagliato, ma i rami sono poi stati lasciati lì. Invece, oltre al fatto che la recinzione è stata rotta in almeno quattro punti, vorrei segnalare un’altra cosa. Al centro del parco c’è un’altra area recintata il cui cancello purtroppo rimane sempre aperto. All’interno vi è un pozzo con una vasca di raccolta delle acque. Ecco, il fatto che quest’area sia accessibile, può diventare davvero pericoloso per i bambini. Bisogna intervenire”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Baobab, i volontari: "Pronti a resistere, 57 persone ancora in strada". E con il Comune è guerra di numeri

  • Cronaca

    Morte Desirèe Mariottini: riesame conferma accusa di omicidio per il senegalese 27enne

  • Attualità

    Smog a Roma: da gennaio 2019 stop ai veicoli più inquinanti 

  • Politica

    Piani di zona, la battaglia delle affrancazioni arriva in Parlamento

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

  • Blocco traffico Roma, domenica primo stop. Niente auto nella fascia verde: fermi anche i Diesel euro 6

  • Incidente sulla Tuscolana: si aggrava il tragico bilancio, dopo Alessandro è morto anche l'amico Giordano

Torna su
RomaToday è in caricamento