EurToday

Municipio IX, niente sfalci nell'isola ecologica di via Laurentina. De Juliis: "Penalizzato un intero quadrante"

La principale isola ecologica del Municipio IX è a servizio ridotto e restano poche soluzioni per gli utenti delle zone più verdi del territorio. De Juliis: (FdI): "Chi abita sulla Laurentina o sull'Ardeatina dove lascia le potature?"

L'isola ecologica di via Laurentina

Il territorio del Municipio IX, in termini di superficie, è il secondo più esteso della Capitale. E' altrettanto impressionante la quantità di metri quadrati  che, dall'Eur ai quartieri più periferici, sono coperti dal verde: sono ben 4milioni.  Se si esclude Ostia, al cui interno insiste la riserva naturale statale di Castel Porziano, l'ente di prossimità amministrato da D'Innocenti è quello con la maggiore superficie verde.

Chiuso il centro raccolta del Torrino Mezzocammino

Una parte significativa è direttamente gestita dai privati. Questi ultimi però hanno a disposizione poche soluzioni per conferire l'erba sfalciata dai propri giardini. Al Torrino Mezzocammino, da metà giugno, è stata chiusa l'area dedicata alla raccolta delle potature domestiche. Funzionava solo la domenica e veniva utilizzata principalmente dal quartiere.

Un' isola ecologica a servizio ridotto

La carenza più significativa si registra in un altro quadrante. In via di Tor Pagnotta, all'altezza del Laurentino Fonte Ostiense, l'isola ecologica ha smesso di raccogliere le potature. "Laurentina è da tempo chiusa per lavori e conseguenti problemi, quindi gli spazi sono limitati e non prende alcuni materiali" ricorda l'assessore municipale all'Ambiente Marco Antonini. Oltre agli sfalci infatti, non accetta neppure calcinacci e rifiuti metallici. 

I centri raccolta disponibili

"Via Boschiero, a Mostacciano, è tornata da tempo ad orario pieno ed è stata anche potenziata  quindi è pienamente operativa. Poi  - ricorda l'assessore Antonini - c'è la possibilità di portare le potature nella Valle di Perna: è di un privato ma è un centro ufficiale di Ama, aperto dal lunedì al sabato. E comunque anche nei giorni di chiusura viene lasciato un cassone a disposizione dei conferimento".

Le alternative impraticabili

Mostacciano e la Valle di Perna si trovano nel quadrante che insiste tra la Colombo e la Pontina. "Restano scoperte le utenze presenti sulla Laurentina e sull'Ardeatina" sottolinea Massimiliano De Juliis, consigliere di Fratelli d'Italia del Municipio IX. In effetti, il cartello che l'Ama ha esposto fuori l'isola ecologica di via Laurentina, suggerisce di recarsi ai "centri di raccolta più vicini". Vale a dire Ostia, Acilia e Corviale. Ma per raggiungerli occorre percorrere anche decine di chilometri. D'altra parte "E' semplicemente impensabile che chi abita a Falcognana oppure a Santa Palomba possa andare a conferire il verde a Valle di Perna". 

Servizio dimezzato e migrazione dei rifiuti

Di fatto, la raccolta degli sfalci, è diventata più complicata proprio per i quartieri più periferici quelli in cui, come ha ricordato De Juliis, insiste il maggior numero di giardini privati. Il timore in questi casi è che, l' assenza di un servizio adeguato, diventi un incentivo al triste fenomeno della migrazione dei rifiuti. Una piaga che si ritorce nei quartieri in cui sono ancora presenti i cassonetti stradali. Come ad esempio Spinaceto ed il Laurentino Fonte Ostiense.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento