EurToday

La Riserva Naturale Laurentino Acqua Acetosa è usata come discarica

Decine di sacchetti blu provenienti dalle lavorazioni di un cantiere, sono state lasciate all'ingresso di via dei Casali di San Sisto, all'interno della Riserva Naturale situata tra Laurentino e Tor Pagnotta

Tra il quartiere Laurentino e Tor Pagnotta, con propaggini che superando Colle Parnaso e Papillo, raggiungono Decima, si estende la Riserva Laurentino  Acqua Acetosa. Un’area paesaggisticamente importante, della cui trasformazione in parco naturale si discute da anni. E che tuttavia, non si riesce a preservare dalla barbarie.

QUINTALI DI RIFIUTI - Molte decine di sacchetti con materiali di risulta, sono stati abbandonati ad appena dieci metri dall’ingresso della Riserva, sul lato di via Laurentina. In effetti sono visibili anche dalla strada, interessata dalla presenza dei cantieri per il filobus e per la realizzazione di un imponente centro commerciale. Anzi, sono davvero facilmente individuabili, data la gran quantità di sacchetti ed il loro colore, non certo mimetico.

UNA SCELTA SINGOLARE - I rifiuti in questione, sono stati abbandonati davanti ad un cancello. Abbiamo immaginato che si trattasse di una discarica di servizio, che magari degli operai hanno trovato chiusa al momento di conferire i rifiuti. Tuttavia  non ci sono cartelli in grado di confermare questa sensazione. Incuriositi, attraverso le maglie metalliche della rete, abbiamo gettato uno sguardo all’interno dell’area. Non ci è parso di notare  nulla che potesse caratterizzarla come una discarica. Rimane dunque il mistero del motivo per il  quale quei sacchetti siano stati abbandonati  proprio lì.

IL SOGNO INFRANTO - La Riserva Naturale Laurentino Acqua Acetosa, è tornata argomento di discussione da qualche mese. Un incontro al Centro Culturale Elsa Morante,  svoltosi nella scorsa primavera, aveva riacceso il sogno di alcuni residenti. Da anni infatti si parla di trasformare il sito, e le aree verdi limitrofe, in un parco integrato dove dare particolare enfasi, alla presenza all’elemento acquatico, per la presenza dell’antica Fonte Ostiense. Se quel percorso è ancora attuabile, i  sacchetti di  rifiuti rinvenuti oggi in via dei Casali di San Sisto, non ne rappresentano un buon viatico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

Torna su
RomaToday è in caricamento