EurToday

Chiusura via Ardeatina, monta la protesta: "Via di Porta Medaglia non è un'alternativa valida"

Centinaia di cittadini si sono dati appuntamento a Falcognana dove, il rifacimento del ponte ferroviario, comporterà la chiusura di via Ardeatina

Il rifacimento del ponte ferroviario di Falcognana, rischia di creare seri disagi alla viabilità. Comporterà la chiusura per tre mesi e mezzo di via Ardeatina. Pochi, in rapporto ai sei mesi inizialmente prospettati. Ma comunque troppi se, come sottolineano i residenti, non verrà trovata un'alternativa soddisfacente. Per questo, giovedì 24 maggio, centinaia di cittadini sono scesi in strada.

Tre mesi di traffico

"Noi dal 10 giugno al 30 settembre, con la chiusura della via Ardeatina, resteremo tagliati fuori. Ed il problema non riguarda solo la zona di Falcognana – osserva Igor Ragusa, vicepresidente del Comitato di Quartiere – come faranno ad esempio gli abitanti di Spregamore o Santa Fumia a raggiungere il loro medico di base a Falcognana?" Un problema che avranno anche i genitori che hanno iscritto i propri figlia alla scuola Formato. Si creerà un serpentone di auto che da via Ardeatina dovranno transitare su via di Porta Medaglia, Torre Sant'Anastasia e via Castel di Leva. Un lungo anello, tra strade del tutto inadatte a supportare importanti flussi di traffico.

Il passaggio su Porta Medaglia

"Siamo in tanti ad avvertire una forte preoccupazione per la chiusura dell'Ardeatina perchè ci metteranno a dura prova e non so se saremo in grado di sopportarlo" sottolinea Chiara Barberini, una residente di Porta Medaglia. L'alternativa individuata, prevede il passaggio dei mezzi privati proprio su via di Porta Medaglia che, per l'occasione, sarà rifatta da RFI.  Si tratta di una  strada fortemente dissestata a causa del continuo passaggio di mezzi pesanti che, in assenza di controlli, vi transitano indisturbati. L'idea di installarvi delle telecamere piace a tutti. Ma ancora non è stata implementata. 

Le telecamere a Porta Medaglia

Il presidente della commissione mobilità del Municipio XI, Giulio Corrente (M5s) ha fatto sapere che "continua il processo per la certificazione di Via di Porta Medaglia come ‘strada riservata al transito dei mezzi inferiori a 6,5 tonnellate’ " Un obiettivo che si sta perseguendo con il "fine di installare mezzi di rilevazione idonei al sanzionamento dei trasgressori al divieto". Ma il rischio concreto è che queste telecamere non saranno installate prima della chiusura di via Ardeatina. "Dall'11 giugno parte il cantiere per il rifacimento del ponte ferroviario – ha sottolineato Alessandro Lepidini, consigliere PD del Municipio IX – il Municipio si è mosso troppo tardi con l'installazione di queste telecamere. Tra l'altro, faccio notare che a Falcognana le hanno messe nell'agosto del 2017 senza però neppure attivarle. E, ciliegina sulla torta, abbiamo appreso da Città Metropolitana che potrebbero non essere nemmeno idonee per sanzionare il passaggio dei mezzi pesanti".  

Le soluzioni alternative

Quello dei controlli rappresenta sicuramente un aspetto centrale. Anche se potrebbe non essere sufficiente poichè "via di Porta Medaglia non è comunque una soluzione adeguata: si tratta di una strada stretta, curvilinea, priva di qualsiasi requisito di sicurezza" ribadisce il consigliere Lepidini. Cosa fare? Le soluzioni richieste dai cittadini e ribadite dall'opposizione sono molteplici. Bisogna realizzare un bypass per emergenze e per il traffico locale" sottolineano i consiglieri Alessandro Lepidini (PD) ed Massimiliano e De Juliis (FdI) presenti alla manifestazione svoltasi il 24 maggio. "Inoltre – incalza De Juliis – bisogna attivare le telecamere già esistenti a Falcognana ed occorre anche spostare il capolinea dell'autobus 218". Un'opzione sul quale il Municipio è al lavoro, ha fatto sapere il presidente della commissione Mobilità Giulio Corrente. Ma che, anche in questo caso, era stato chiesto venisse portata a termine prima dell'avvio dei cantieri per il ponte. "Noi non siamo soddisfatti"conclude il Comitato di Quartiere di Falcognana che resta sul piede di guerra. A giorni sarà organizzata una nuova manifestazione. L'apertura dei cantieri si avvicina ed il quadrante, come avvenuto nel 2013 per contrastare la realizzazione di una maxi discarica, è tornato in fibrillazione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento