EurToday

Falcognana: cittadini in strada contro la chiusura di via Ardeatina

Seconda manifestazione in dieci giorni. I residenti temono che la strada sia chiusa prima che siano garantite adeguate alternative in termini di mobilità

A causa del rifacimento del ponte ferroviario di Falcognana, da lunedì 11 giugno via Ardeatina sarà chiusa. Un provvedimento che riguarderà il km 14,500 e che avrà serie ripercussioni su tutto il quadrante. La viabilità ne risulterà infatti modificata fino al 30 settembre.

Due manifestazioni in dieci giorni

Per l'amministrazione pentastellata, essere riuscita a ridurre i tempi dagli iniziali cinque mesi agli attuali 3 e mezzo,  ha rappresentato un risultato notevole. Per i residenti invece, non è stato sufficiente. Anche se per un periodo ridotto, i disagi saranno comunque avvertiti da chi popola quell'area. E per questo, dopo le proteste del 25 maggiomartedì 5 giugno si registrata una nuova manifestazione.  Quasi duecento persone hanno attraversato via Ardeatina dal ponte ferroviario in direzione Divino Amore. Lo hanno fatto perchè temono di soffocare nel traffico che sarà convogliato si via di Porta Medaglia. E perchè hanno paura che il trasporto pubblico non sarà in grado di soddisfare l'utenza del quadrante.

Il nodo del trasporto pubblico

"Ad oggi Roma Tpl non ha predisposto un piano per la mobilità – spiega Igor Ragusa vicepresidente del Comitato di Quartiere di Falcognana –  non ci saranno neppure delle navette sostitutive. E ad oggi, di quattro linee che servivano il quartiere, rischia di non passarne più nessuna". Cosa che rappresenta un problema non indifferente perchè alle fermate "alle 6 e mezza di mattina, trovi già una trentina di persone in attesa dei bus".

Le risposte stringenti

"Allo stato attuale non ci sono le condizioni per chiudere l'Ardeatina il prossimo 11 giugno" protesta il consigliere democratico Alessandro Lepidini. "Al presidente ed all'assessore competente ho inoltrato un'interrogazione urgente in forma scritta, per sapere se almeno loro sono al corrente delle modifiche che interverranno al sistema di trasporto pubblico" ha fatto sapere il consigliere del PD municipale. Della maggioranza pentastellata, alla manifestazione del 5 giugno, non si è visto nessuno. Di conseguenza i residenti restano in attesa di una risposta da parte del Municipio.

La scatola di vetro

"I cittadini sono scesi in strada per ribadire di essere tutti favorevoli ai lavori che interesseranno il ponte ferroviario. La questione però è che questi lavori devono essere anche sostenibili per il territorio – ha obiettato il consigliere di Fratelli d'Italia  Massimiliano De Juliis – le manifestazioni sono state fatte anche per sottolineare la completa assenza di coinvolgimento da parte della maggioranza. E questo è vergognoso per chi, durante la campagna elettorale, parlava di scatola di vetro".

Le richieste sul tavolo

Una  parte delle istanze avanzate dai comitati locali, è stata comunque accolta. I tempi di lavorazione sono stati dimezzati. Restano sul piatto le altre questioni che si è cercato di legare alla realizzazione del ponte. Tra queste l'installazione  e la messa in funzione delle telecamere che, su via Ardeatina e via di Porta Medaglia, dovrebbero servire a scoraggiare il passaggio dei mezzi pesanti. La questione più urgente da affrontare riguarda il servizio di trasporto pubblico e l'eventuale spostamento del capolinea del 218 dopo il ponte ferroviario. Aspetti da affrontare e risolvere prima della chiusura di lunedì 11.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

  • Blocco traffico: a Roma oggi domenica senza auto nella fascia verde, tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento