EurToday

Laurentino, niente centri estivi per gli anziani? “Fate un affidamento diretto”

Per garantire il proseguimento dei Punti Blu anziani, al M5s arriva un suggerimento. Laurelli (PD): "Visto che la gara è andata deserta, si può chiedere al gestore dell'anno scorso se sono disponibili a riproporre il servizio"

Punto Blu l'Arca 2015. Con Santoro, Laurelli e Pappatà. Foto di Fabio Grilli

Niente centri estivi a luglio. Il dato è ormai assodato e gli anziani fragili del Municipio IX, se ne saranno fatti una ragione. Resta da comprendere se il servizio sia definitivamente venuto meno. Oppure se c’è ancora la possibilità che, per il prossimo mese, il Punto Blu di Ostia torni ad aprire i cancelli.

LA VICENDA - "Agli anziani gli uffici rispondono che non ci sono i fondi, ma è falso – spiega Luisa Laurelli, già Assessore alle Politiche sociali nella Giunta Santoro -  ad inizio giugno è stata fatta una prima gara, andata deserta. Perciò,  prima che si facesse il ballottaggio delle nuove elezioni, l'ufficio aveva già preparato la delibera per l'affidamento diretto al gestore dello scorso anno. Come prevede la legge - sottolinea l'ex Assessore - Quindi l'ufficio aveva preparato le liste nominative degli anziani che da metà luglio in poi  sarebbero andati al mare a Ostia". Ma qualcosa è andato storto.

COME PROCEDERE - "La regola prevede che si faccia la gara e che se la gara va deserta si chieda al soggetto gestore dell'anno precedente se per quella cifra  e alle condizioni che noi diciamo,  sono disponibili a riproporre il servizio.  Io so che il gestore dello scorso anno, anche a giugno 2016 ha mandato una proposta economica accettabile, tanto che gli uffici stavano già predisponendo gli atti per l'affidamento diretto - chiarisce Luisa Laurelli, che poi individua le responsabilità -  E' il nuovo Presidente D'Innocenti che ha preteso che venisse effettuata una seconda gara d'appalto di carattere cittadino per una spesa così modica". Per comprendere di quali cifre si tratti, nel 2015 si è speso intorno ai 30mila euro

L'OCCASIONE PERSA - La procedura scelta dal nuovo Minisindaco, formalmente ineccepibile, si è rivelata però anche inefficace. "La legge prevede che  il servizio possa essere affidato direttamente, senza passare attraverso la gara d'appalto - osserva ancora una volta Laurelli -  Anche la  seconda gara è andata deserta e quindi sono già saltate le settimane di luglio già programmate per l'avvio del Punto blu. Non si capisce per quale motivo in questo momento non si sta passando all' affidamento diretto. E'quella l' unica cosa che si può fare per dare il servizio e per non far perdere questo finanziamento - ribadisce l'ex Assessore alle politiche sociali della Giunta Santoro - Dispiace dirlo ma c'è una insensibilità evidente nei confronti di anziani fragili che avrebbero sollievo a luglio ed agosto da questi soggiorni marini".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento