EurToday

Colle della Strega: tagliati 27mila metricubi di cemento

La Giunta Municipale prova a mettere un argine alla colata di cemento prevista a Colle della Strega, chiedendo una riduzione del 37.5% dei volumi previsti. Si punta anche alla realizzazione di un parco pubblico

Il Municipio IX prende posizione, rispetto ad una delle lottizzazioni previste del Nuovo Piano Regolatore Generale. Rispondendo alle istanze di molti comitati di zona, la Giunta Santoro ha infatti formalizzato la propria posizione. In giornata è stato infatti approvato un documento che sembra muoversi nella direzione di ridurre i pesi urbanistici nel quadrante.

IL TAGLIO DELLE CUBATURE - "I palazzoni a Colle della Strega non devono essere costruiti – annuncia Santoro– con un atto di Giunta, il Municipio IX ha approvato questo pomeriggio la riduzione delle cubature da 72 mila a 45 mila metri cubi, una differenza di 27 mila metri cubi, pari al 37.5% dei volumi totali previsti. Si tratta di una decisione storica che interviene dopo 15 anni di battaglie dei residenti per la salvaguardia dell'area, caratterizzata dall'elevato patrimonio di biodiversità e dall'alto pregio ambientale".

IL PARCO PUBBLICO - C'è dell'altro nell'iniziativa della Giunta Santoro. "Con lo stesso atto di indirizzo politico-amministrativo – fa sapere il Minisindaco – si stabilisce che tutte le cubature avranno esclusivamente carattere residenziale e che questo Municipio sostiene la realizzazione del Parco pubblico di Colle della Strega nell'area ricompresa tra Colle di Mezzo e Giuliano Dalmata, come opera pubblica prevista nel programma di recupero urbano".

LA SALVAGUARDIA DELL'AGRO ROMANO - La decisione della Giunta, ha una chiara spiegazione. "L'atto approvato oggi di fatto vuole bloccare ogni piano speculativo nell'area – ha aggiunto Santoro - e rappresenta una meta importante per i residenti, i comitati di quartiere, le associazioni civiche e ambientaliste che hanno profuso ogni sforzo possibile per scongiurare l'impatto devastante di un programma di edificabilità troppo pesante, insostenibile per l'area che ha un tessuto edilizio a bassa densità. Ora, finalmente, possiamo avviare un più serio lavoro con il Campidoglio per garantire maggiori condizioni di tutela ad una porzione di agro romano che merita di essere più tutelato. L'incubo della colata di cemento a Colle della Strega – conclude con ottimismo il Presidente Santoro -  può definitivamente svanire" .

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento