EurToday

Spinaceto: 150 quintali di rifiuti rimossi da Largo Cannella

L'intervento, cui hanno partecipato operai dell'AMA insieme ai cittadini, è servito a ripulire il centro polifunzionale. Gagliardi (Pd): "Presto faremo un bando per coinvolgere cittadini, scuole e associazioni per la rimozione delle scritte"

Il Municipio IX, recependo le istanze dei residenti e delle associazioni territoriali, nel corso della mattinata di Sabato 30 Novembre, ha dato il via alla riqualificazione di Largo Cannella, dove è presente la seconda sede circoscrizionale, l’Urban Center e tanto altro.

LE OPERAZIONI DI PULIZIA - “Siamo stati contattati dal presidente del Municipio – spiega Gianluca Ferraro, della Linea Decoro Ama – Per quanto riguarda l’intervento, coordinato con il PICS di Anslemo Ricci, è stato condotto da noi di Linea Decoro Ama con 12 operai, , più due operai di Ama soluzioni integrate per la disinfestazione ed altri due addetti alla raccolta di siringhe. Le operazioni hanno riguardato il lavaggio e la pulizia, e si vanno ad aggiungere alla cancellazione delle scritte avvenuta nei giorni precedenti. Ci siamo dedicati, oggi, soprattutto alla pulizia del sottoscala, rimuovendo complessivamente 150 quintali di rifiuti con un minicompattatore, quattro squaletti e due idropulitrici”.

UNA BONIFICA PARTECIPATA - Alle operazioni, cui ha partecipato anche Massimo Mattei, portavoce del Coordinamento di comitati e associazioni di Spinaceto, ed il Centro Sociale Auro e Marco, ha preso parte anche il Presidente della Commissione Cultura Manuel Gagliardi. “Sono rimasto molto colpito dalla buona volontà dei cittadini e soprattutto da quella degli attivisti di Auro e Marco – sottolinea Gagliardi – Quello di sabato è stato un intervento straordinario, come non si faceva da ben dieci anni. Ma è evidente che bisogna pensare a manutenzioni più cadenzate. L’amministrazione comunque, è interessata ad avviare un percorso partecipato con i cittadini e le associazioni del territorio”.

IN ARRIVO UN BANDO PUBBLICO - Più nello specifico, il Presidente della Commissione Cultura e Patrimonio spiega che “dopo aver pulito, adesso bisognerà rimuovere le scritte. Ma bisogna capire che se lo facciamo ora, tempo pochi giorni e riappariranno. La mia proposta è quella di fare un bando, attraverso cui coinvolgere le scuole, le associazioni, ed i cittadini, per provvedere alla cancellazione ma anche alla realizzazione di nuovi disegni. E questo andrebbe fatto periodicamente, attraverso una serie di bandi. Io credo che attraverso l’arte ed il colore –conclude Manuel Gagliardi – possiamo recuperare dal degrado importanti pezzi di città”.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: domani 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Pistola contro la vittima per rapinarla del Rolex, poi cade in scooter durante la fuga

Torna su
RomaToday è in caricamento