EurToday

Autostrada Roma Latina, protestano i comitati: "A Porta Pia per far breccia nel muro di Toninelli"

I comitati contrari alla realizzazione dell'autostrada a pedaggio chiedono al Ministero di ritirare il progetto. Alunni: "Il 28 giugno manifestiamo sotto il ministero di Toninelli che vuole decidere senza ascoltare i cittadini"

Una manifestazione sotto il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. A distanza di sette anni, i cittadini contrari all’autostrada Roma Latina, si ritrovano a Porta Pia. Con l’intenzione di chiudere una partita che dura da troppo tempo. Per fare “breccia nel muro che è stato alzato dal MIT” annunciano i comitati contrari all’operazione.

Iter giudiziario e scelte politiche

La pubblicazione della sentenza del Consiglio di Stato e la decisione di non accogliere i ricorsi presentati, ha messo il governo difronte ad un’alternativa. Il progetto approvato nella Conferenza dei servizi è ancora valido. Ed i finanziamenti messi dal Comitato interministeriale per la programmazione economica, sono sempre a disposizione. Si tratta adesso di decidere se trovare una formula per rilanciare il progetto autostradale, come vorrebbe ad esempio fare il presidente Zingaretti. Oppure se non sia il caso di accantonare definitivamente il proposito di creare un’infrastruttura a pagamento, come chiedono i comitati. Magari utilizzando i soldi a disposizione per mettere in sicurezza la via Pontina e per investire sui collegamenti ferroviari tra  Latina a Roma.

La bocciatura del Consiglio di Stato

Autostrada:le posizioni del PD e del M5s

Le recenti vicende giudiziarie, stanno contribuendo a dissipare i dubbi sulle posizioni in campo. Il Governatore Zingaretti, da sempre fautore dell’autostrada, propone ora di abbandonare la soluzione del project financing per puntare invece su una società in house. Il Ministero dei Trasporti invece, il cui titolare è un esponente di spicco del Movimento 5 stelle, non ha mai preso una posizione netta. Nei comuni attraversati dall’autostrada i portavoce pentastellati hanno spesso dichiarato la loro contrarietà. Stessa valutazione è stata espressa dai consiglieri regionali. Prima delle ultime elezioni Roberta Lombardi aveva rivendicato questa posizione, dichiarando che votando lei l’autostrada non si sarebbe fatta. Ha vinto invece Zingaretti che ora, con Toninelli, è alla ricerca di una soluzione. Si punta ad Un tavolo di lavoro “che valuti da un punto di vista giuridico e tecnico – ha recentemente spiegato Zingaretti - le scelte da far fare alla società in house Autostrada per il Lazio”. Tempo stimato per riuscirci: trenta giorni.

La porta chiusa

“Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, nonostante due nostre richieste ufficiali, non si è reso disponibile ad incontrare i Nodi dei nostri Comitati. Inoltre, come tutti i suoi predecessori non ha aperto al dibattito pubblico, previsto dal Codice degli Appalti, utile ad informare e ascoltare le comunità interessate dal tracciato della devastante, onerosa e inutile autostrada/bretella a pedaggio” ha fatto sapere Gualtiero Alunni, storico portavoce del comitato No Corridoio.

Il presidio a Porta Pia

“In questi giorni  - ha ribadito Alunni - si sta riunendo un 'Tavolo Tecnico Istituzionale', deciso sopra la nostra testa, da Zingaretti e Toninelli, chiuso e blindato” . In barba alla partecipazione, alle scelte condivise con il territorio ed alle istanze espresse dai cittadini che però, stanchi di aspettare, hanno deciso di passare all’azione. “Diamo appuntamento a tutte e tutti al presidio che si terrà il 28 giugno, alla ore 15, in piazza di Porta Pia 1. Dobbiamo scongiurare la costruzione della devastante autostrada a pedaggio - ha ricordato il portavoce del comitato NO Corridoio – ma anche per riaffermare che serve mettere in sicurezza tutta la via Pontina, anche dopo la città di Latina”. Dopotutto si tratta d’ una delle strade più pericolose d’Europa.


 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento