EurToday

Ex Campo rom Tor de’ Cenci: l’AMA vuole farne un centro polifunzionale

AMA ha sottoposto al Municipio un progetto per realizzare un centro polifunzionale nell'ex Campo rom, che attualmente ospita i cassonetti dismessi. Vi verrebbe realizzata la nuova sede della Municipalizzata ed anche un'isola ecologica

Il degrado dell’ex Campo rom di Tor de’ Cenci, recentemente  descritto dal Comitato di Quartiere, potrebbe avere i giorni contati. A quanto pare infatti, AMA ha presentato un progetto al Municipio, palesando l’intenzione di realizzarvi un centro polifunzionale. Soluzione che, se implementata, avrebbe una serie di ricadute positive.

LE FUNZIONI PREVISTE - Il Vicepresidente del Municipio IX ci ha spiegato cosa prevede il progetto. “Questo centro polifunzionale sarà un’isola ecologica, ed al tempo stesso un’officina ed un parcheggio per i mezzi dell’AMA, ma anche la sede per l’azienda ed i suoi lavoratori”. La proposta, già passata al vaglio della Commissione ambiente, è articolata. “AMA mi ha sottoposto un progetto su plotter e ne sarebbe interessata tutta l’area, che è di circa 27mila metri quadrati” ricorda Alessio Stazi.

LA PRIORITA' DELLA SICUREZZA - L’interessamento di AMA per l’ex Campo rom, attualmente utilizzato come deposito dei cassonetti, ma fruito anche da prostitute e clienti, avrebbe una conseguenza immediata. “L’area, se fosse realizzato il progetto, verrebbe presidiata. Noi siamo stati chiari, poiché la sua messa in sicurezza è una priorità per questa Giunta – ribadisce il Vicepresidente ed Assessore all’Ambiente – per questo dovrà esserne garantita la sicurezza: non vogliamo che possano ingenerarsi preoccupazioni o paure per i residenti”.

LE ISOLE ECOLOGICHE  NEL TERRITORIO - Se l’ex Campo rom venisse trasformato secondo le indicazioni di AMA, si verrebbe a creare una terza isola ecologica nel territorio municipale. “Fortini aveva espresso la volontà di realizzare un’isola ogni 20-25 mila abitanti. Dunque nel nostro municipio potrebbero esserne create  addirittura 8”. Un motivo in più per procedere nella direzione indicata dall’azienda Municipalizzata. “ Vorrei evidenziare il fatto che abbiamo dato adempimento alle richieste del Consiglio Muncipale che, nel chiederci l’apertura del centro di via Boschiero,  ci aveva chiesto anche di verificare la possibilità di realizzare altre isole ecologiche”.

IL DEPOSITO LIBERA L'ASILO NIDO - La trasformazione dell’ex Campo rom, in un centro polifunzionale in grado di ospitare anche il parco automezzi di AMA, aprirebbe le porte ad un’altra possibilità. Da tempo i residenti ed il Presidente della Commissione Urbanistica Manuel Gagliardi, stanno chiedendo di restitituire l’asilo nido di via Renzini, attualmente utilizzato come deposito per le vetture di AMA, alla sua vecchia funzione. “Dopo esser andato in Commissione Ambiente, mi sono recato anche in quella Urbanistica, per raccontare del progetto di AMA – ci ha spiegato l’Assessore Stazi – e lì in effetti, si è ragionato anche di questa possibilità che, nel territorio – ha riconosciuto il Vicepresidente – è piuttosto sentita”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento