EurToday

Interrare la Pontina: “la sponda” arriva da un comitato cittadino

Viviamo Roma Sud, il gruppo dei cosiddetti frontisti, pur di non far realizzare la bretella si dichiara interessato all'interramento della Pontina. "In combinazione con un intervento per un trasporto su ferro, si potrebbe risolvere il problema delle code"

La proposta di interrare la Pontina, realizzando un tunnel di 1,8 km, è stata variamente commentata. C’è chi l’ha definita “una chiara presa in giro”, vista la modalità ed i tempi di presentazione. Chi se n’è detto preoccupato, poiché durante la fase di cantiere, la Pontina verrebbe chiusa con evidenti ripercussioni sul traffico.

L'APERTURA DEI FRONTISTI - C’è però chi, anche durante lo svolgimento del consiglio straordinario, se n’è detto interessato. E’ il comitato di cittadini cosiddetti “frontisti”, quelli cioè a cui la bretella A12 – Tor de’ Cenci, verrebbe costruita di fronte casa.  “ViviamoRomaSud  apprende con interesse il possibile piano di interramento della Pontina in prossimità del GRA, come alternativa alla costruzione della bretella A12-Tor deCenci – fanno sapere attraverso una nota -  Tale piano costituirebbe il primo reale tentativo di risolvere uno dei problemi cruciali ineludibili di traffico per i cittadini di Roma Sud: il traffico pendolare sulla Pontina in ingresso e uscita da Roma. A ciò va aggiunto – prosegue il comunicato -  che una soluzione del genere favorirebbe la riqualificazione del tessuto urbano tra Spinaceto e Vallerano, con benefici per la vivibilità dei nostri quartieri”.

LA NECESSARIA INTERMODALITA'  - Ed a proposito di qualità della vita ,  Guido Basso, il Presidente del Comitato di Quartiere di Tor de' Cenci, Spinaceto e Vallerano , da anni porta avanti la proposta del Trenino Pontino. Non solo. Ancor prima il Comitato No Corridoio aveva espresso l’esigenza di investire “sul ferro”, attraverso al realizzazione di una metropolitana leggera, in grado di raccordare Aprilia Ardea e Pomezia con la Capitale. Da ultimo anche Viviamo Roma Sud, ha palesato una simile stanza. Nella nota infatti si parla di un interessamento al tunnel  “In combinazione con un intervento per un trasporto locale pubblico su ferro, poiché solo una proposta in tal senso potrebbe risolvere il problema del traffico e delle code" hanno osservato  i frontisti. “ViviamoRomaSud è quindi in attesa di conoscere i piani dettagliati di questa opzione, e come tale opzione possa essere realmente attuata, per poter esprimere un giudizio ponderato – e nel contempo - chiede nuovamente che la cittadinanza venga coinvolta in questo iter”.

IL RICORSO AL TAR - Come abbiamo avuto modo di ricordare nei giorni scorsi la proposta, portata avanti dal Consigliere Regionale Agostini (PD) , è fortemente legata alla vittoria di almeno un ricorso tra gli otto presentati dai cittadini al TAR. Ed a tal proposito Viviamo Roma Sud  fa sapere che “prosegue con determinazione la battaglia legale per fermare lo scempio della bretella, anche come strumento di pressione verso la politica. Per trovare soluzioni alternative realmente utili e compatibili col nostro territorio e con le esigenze dei cittadini, quale potrebbe essere il suddetto interramento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento