EurToday

Spinaceto 2: stop agli sfratti per 60 famiglie. Usb attacca Raggi: "Situazione ancora non risolta"

La giunta Raggi ha firmato la delibera che revoca la convenzione nel Piano di Zona di Spinaceto Due. Asia USB ricorda però che "Tutti gli sfratti sono ancora pendenti e l’interruzione non è automatica come sbandierato"

"Le 60 famiglie del Piano di Zona Spinaceto 2 non saranno sfrattate”. Parola della Sindaca Raggi. Dalla giunta Capitolina è stata infatti firmata "la delibera di decadenza della convenzione stipulata nel 2006 con la Cooperativa Vesta nell’ambito del Piano di Zona Spinaceto 2". Fumata bianca? Non è detto. 

Il ritardo dell'amministrazione cittadina

Ci sono varie ragioni per cui conviene essere prudenti. Intanto quella delle famiglie che abitano in via Angelo Sante Bastiani è una vicenda annosa, affrontata per la prima volta nel 2012 con la denuncia di Asia Usb presentata tramite l’avvocato Vincenzo Perticaro. Quindi la delibera di revoca ricorda Asia USB "viene approvata con ingiustificabile ritardo, quando alcune famiglie sono già state cacciate da casa senza che l’Amministrazione comunale intervenisse". E poi è il caso di evidenziare che l'atto di giunta, per essere ratificato, deve comunque passare per il voto dell'Assemblea Capitolina. 

Il passo necessario: l'immissione in possesso del Comune

C'è dell'altro. Come Asia Usb ha ribadito, commentanto la nota di giubilo diffusa dal Campidoglio,  "solo con l’immissione in possesso da parte di Roma Capitale dei fabbricati si possono fermare gli sfratti". D'altra parte ci sono dei precedenti che non lasciano tranquilli. "A Castelverde, dove la revoca è stata approvata dal Consiglio Comunale a settembre 2016, a oltre due anni di distanza, l’atto di presa di possesso da parte della Conservatoria comunale non viene fatto e 11 alloggi, di quelli sotto revoca, sono stati venduti all’asta".

Gli sfratti restano pendenti

Con la decadenza della convenzione e la successiva riacquisizione degli immobili al patrimonio capitolino – ha sottolineata l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori - vogliamo tutelare le fondamentali esigenze abitative nei contrapposti interessi che si scontrano in questa vicenda dai profili a dir poco opachi". Ad oggi però la decadenza, nonostante annunci un po' fuorvianti del Campidoglio, non è stata ottenuta. "Tutti gli sfratti sono ancora pendenti e l’interruzione non è automatica come sbandiera il suo ultimo post" ricorda a Raggi l'unione sindacale di base. 

Piani di Zona Spinaceto 2 Raggi-2

Ricapitolando, il 19 ottobre 2017 il Comune aveva avviato il procedimento per dichiarare la convenzione decaduta. A distanza di quindici mesi è arrivata la firma della delibera di giunta a cui dovrà necessariamente seguire l'approvazione dell'Aula Giulio Cesare. Con quest'atto il diritto di superficie concesso alla cooperativa verrebbe meno. Poi c'è da risolvere anche la controversia legata ai prezzi massimi di cessione, nonostante i solleciti e le diffide che il Comune ha ricevuto. Insomma la vicenda è tutt'altro che conclusa. Pentanto "Ci viene legittimamente il dubbio – commenta ironicamente Asia Usb - è ricominciata la campagna elettorale?"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento