EurToday

Spinaceto, presi d'assalto i cassonetti. Antonini (M5s): "Ho scritto alla Sindaca. Serve il porta a porta"

Le strade del quartiere sono pieni di sacchetti. L'assessore all'Ambiente del Municipio IX spiega cosa succede: Antonini (M5s): "Sono rifiuti prodotti da altri quartieri e talvolta anche ingombranti scaricati per strada"

Il Municipio IX è stato il primo a sperimentare la modalità di conferimento porta a porta. I primi pionieristici tentativi risalgono al 2007 ed hanno riguardato il quartiere di Decima. Successivamente, nel 2009, la modalità è stata estesa anche al Torrino. Con l'arrivo di Marino in Campidoglio, i cassonetti sono spariti dalla maggior parte delle strade del territorio municipale.

Il porta a porta nel territorio

A Tor de' Cenci, Spinaceto ed al Laurentino, la modalità di conferimento dei rifiuti è però rimasta  a livello stradale. Nonostante le reiterate richieste dei residenti e dei locali comitati di Quartiere. "La raccolta porta a porta è estesa al 75% del territorio e quindi coinvolge circa 150mila abitanti" fa sapere Marco Antonini, assessore all'Ambiente ed ai Rifiuti del Municipio IX. Quelli che non sono raggiunti da questa modalità di conferimento, ciclicamente, entrano in sofferenza. 

Gli sfalci non conferiti all'isola ecologica

"Ho verificato anche questa mattina le condizioni dei cassonetti, strada per strada. Ed ho notato che in quasi tutti gli stalli sono presenti sacchi di sfalcio ed ingombranti di dimensioni notevoli. Tra via Rotellini ed il mercato di Tor de' Cenci, ci sono almeno 30 sacchi lasciati a terra e sono tutti frutto dell'attività di sfalcio. In via di Rodi, a Spinaceto, hanno scaricato una camera da letto". Ma non c'è solo il problema degli scaricatori abusivi e di quanti, dopo aver sistemato il proprio giardino,forse per pigrizia, non si recano nell'isola ecologica per deporvi gli sfalci.

La migrazione dei rifiuti

Il fenomeno della migrazione dei rifiuti è evidente. "Ci sono auto che vengono a scaricare sacchi molto grandi che finiscono per riempire subito i cassonetti. Noi - spiega Guido Basso, presidente del CdQ di Tor de' Cenci e Spinaceto - spesso vediamo gli operatori Ama che puliscono i cassonetti  la mattina. Ma anche a causa di questo fenomeno, nel pomeriggio sono nuovamente sommersi dai rifiuti".

Ecco cosa dice la Sindaca sul problema dei rifiuti

I problemi contingenti

Ne è consapevole anche l'assessore municipale. Ed il problema si va a sommare alle difficoltà specifiche vissute da Ama. "Il referente di zona ha spiegato che ci  sono difficoltà nel conferimento, causate da un duplice fattore: ci siano molti più mezzi in manutenzione del solito e, contestualmente, c'è un impianto che, in questo periodo, ha dimezzato la quantita di rifiuti che normalmente accoglie".

L'appello alla Sindaca

Due ragioni contingenti, a fronte di un problema strutturale: a Spinaceto, Tor de' Cenci ed anche al Laurentino i cassonetti vengono presi d'assalto. "Dal mio punto di vista, oltre che puntare sui controlli, occorre investire sul porta a porta - ribadisce l'assessore Antonini - Ho scritto continuamente alla Sindaca, anche ieri (lunedì 17 giugno ndr) per ricordare quanto sia importante mantere questa promessa". Il fenomeno della migrazione dei rifiuti, in un municipio completamente dedito al porta a porta, verrebbe così improvvisamente a mancare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • L'allarme del fidanzato, poi la scoperta nel burrone: Claudia trovata senza vita dopo un incidente

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Spunta uno scheletro durante gli scavi: l'ipotesi della Soprintendenza per la "mummia" di Piramide

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

Torna su
RomaToday è in caricamento