Eur Today

"Un calcio al razzismo": a Spinaceto si scende in campo con i richiedenti asilo dello Sprar

Gli ospiti dello Sprar di Mostacciano disputeranno un torneo di calciotto a Spinaceto, organizzato insieme ai giovani del laboratorio d'idee "Nuove Connessioni". Carlotta Felici: "L'integrazione passa anche attraverso lo sport"

Foto dalla pagina facebook di Spinaceto 70 Futsal

“Un calcio al razzismo”. Il nome dato al torneo di calciotto che si svolgerà domenica 26 sui campi di Spinaceto70 è tutto un programma. L’idea, nata dai giovani blogger di Nuove Connessioni, muove da un assunto di fondo: lo sport può essere un volano per l’integrazione. Da qui, l’idea di coinvolgere gli ospiti dello Sprar di via Vivanti.

L'OBIETTIVO - “Da Mostacciano abbiamo pensato di organizzare un torneo a Spinaceto perché vogliamo che la realtà dello Sprar e le persone che lo abitano, siano conosciuti anche al di fuori del quartiere che li ospita” spiega Carlotta Felici, tra le attiviste di Nuove Connessioni. “Non è la prima iniziativa che mettiamo in campo, ma è senz’altro la prima volta che puntiamo direttamente sullo sport. Un terreno neutro, in grado di abbattere barriere e ritrosia. Personalmente – conclude Carlotta – sono convinta che l’indifferenza sia il peggiore degli atteggiamenti. Di conseguenza noi vogliamo mostrare che la convivenza sia più semplice del previsto”.

LO SPRAR DI MOSTACCIANO - “Accogliamo di buon grado le iniziative che consentono un interscambio tra il territorio ed i beneficiari dello Sprar di Mostacciano” spiega la coordinatrice del progetto “per questo abbiamo raccolto positivamente la proposta di Nuove Connessioni, relativamente al torneo di calciotto di domenica. Vi prenderanno parte 20 persone, che vengono da paesi come il Mali, la Nigeria, il Senegal, la Guinea”. Non è peraltro la prima occasione in cui i richiedenti asilo di Mostacciano, operano nel treritorio . In passato si sono dati da fare, aiutando il Comitato di Quartiere di Torrino Decima, nel ripulire l’ex area camper di piazza Tarantelli. Il loro contributo è stato poi apprezzato  a Tor di Valle, nella sistemazione della ciclabile, come “nel ripristino di una struttura dedicata ad Elsa Morante”. Il percorso d’integrazione continua. “ E domenica, per chi verrà – ricorda la coordinatrice del progetto dello Sprar di Mostacciano – è stato organizzato anche un piccolo buffet”. Un motivo in più per partecipare. Il torneo avrà inizio alle ore 13,30.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • La guerra nel Mali è finita nel 2015, il Senegal è tutto meno che oppresso (semmai sono loro a minacciare il Gambia), in Guinea non c'è l'ombra di un conflitto. Rimane la Nigeria, con gli islamisti di Haram che sono in effetti un problema. Ma tutti gli altri NON POSSONO ESSERE RICHIEDENTI ASILO, quindi piantatela di dare patenti d'odio quando siete i primi a sfruttare questa gente.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Festa della liberazione divisa, Anpi: "Oggi niente polemiche". Comunità Ebraica: "Uniti ma nella verità"

  • Cronaca

    Pigneto, ubriaco alla guida tenta di investire un agente: per fermarlo partono tre spari

  • Cronaca

    Sale sul tetto di un treno in sosta: 18enne romano muore folgorato

  • Incidenti stradali

    Incidente a Dragona, travolta con il figlio in braccio da un'auto pirata: grave una 29enne

I più letti della settimana

  • All'Eur arriva il gran premio: il Campidoglio dice sì alla Formula E

  • Colombo a 30 e 50 km/h, una petizione per annullare i limiti. "Strada non sicura"

  • Eur, il laghetto che doveva essere balneabile tra alghe e discoteche: il decoro dov'è?

  • Prostituzione all'Eur: fuochi accesi per scaldarsi durante la notte

  • Colombo a cinquanta all'ora: "I limiti dobbiamo considerarli definitivi?"

  • Mostacciano, brucia il giardino davanti un asilo nido. Montano le proteste

Torna su
RomaToday è in caricamento