EurToday

Torrino, via Bonn resta chiusa. Il Campidoglio promette: "Lavoriamo per riaprirla nel 2020"

La presidente della commissione Lavori Pubblici interviene sulle ragioni che hanno portato alla prolungata chiusura della strada, sbarrata nel 2017. Agnello (M5s): "Stanziati 500mila euro. Siamo al lavoro per riaprirla nell'autunno del 2020"

Le proteste dei cittadini si sono fatte sentire. Anche perchè via Bonn, strada situata nel quartiere residenziale del Torrino Nord, è stata transennata nel maggio 2017. Da allora per i residenti, riuscire ad accedere al proprio appartamento, è diventato complicato.

Le proteste

"Siamo ostaggi della Raggi" avevano gridato alcuni abitanti, durante una manifestazione organizzata dall'onorevole Patrizia Prestipino agli inizi di maggio 2019. A quell'iniziativa era seguito, una settimana più tardi, un presidio fisso lanciato dal Comitato di Quartiere. I problemi segnalati erano sempre gli stessi, ormai da due anni. L'unico punto di accesso alla collinetta di via Bonn, è data dalla tortuosa salita, piena di asperità causate dalle radici dei pini. Un percorso non ottimale, era stato evidenziato, per eventuali mezzi di soccorso chiamati ad intervenire nella zona.

L'iniziativa del Campidoglio

Dal fronte capitolino ci sono però delle novità. Alessandra Agnello, presidente della commissione Lavori Pubblici, parla di cifre. Roma Capitale ha stanziato  ben 500.000 per la riapertura di via Bonn. Di questi, 40.000 euro sono stati destinati alla progettazione esecutiva dei lavori di una strada che, ricordiamolo, è stata chiusa nel maggio 2017 dai vigili del fuoco a causa di un dissesto nella parte centrale della carreggiata e, quindi, della sussistenza di uno stato di pericolo".

I lavori eseguiti

I sopralluoghi e sondaggi che sono seguiti "hanno evidenziato, dopo una prima fase di stallo, un cedimento significativo per i geologi di Roma Capitale. Il pericolo, infatti, è stato evidenziato da un incrinometro posizionato su via Bonn dal SIMU nel dicembre 2018" Lo strumento "ha evidenziato uno spostamento di 6 millimetri del versante". Ora si tratta di riportare la strada ad una condizione di sicurezza. Per riuscirvi " sono previste una serie di opere consistenti nell’inserimento di micropali a sostegno della collina. Una volta ultimata, la progettazione sarà sottoposta a diversi pareri - fa sapere Agnello -per poi essere posta a base del bando di gara che, con ogni probabilità, sarà espletata entro il mese di giugno del 2020".

La promessa

Per il ritorno alla normalità ci sarà dunque da pazientare.  "L’obiettivo - sottolinea Agnello - è quello di portare a conclusione i relativi lavori entro l’autunno dello stesso anno, in modo da procedere con la riapertura della strada ai cittadini e restituire loro un’arteria di grande importanza per la mobilità del quadrante interessato". Nel frattempo, la consigliera Agnello annuncia che "il Municipio UX ha preso in carico la pulizia delle caditoie del tratto chiuso di Via Bonn e si è fatto promotore, presso il Dipartimento Ambiente, della verifica delle alberature presenti sul versante aperto". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento