Eur Today

Strade colabrodo nel Municipio IX: lo scaricabarile grillino non tappa le buche

I vigili urbani continuano a presidiare le strade del territorio. Nel vuoto di responsabilità c'è chi pone una domanda: "Ma in sei mesi perché i Cinque Stelle non hanno fatto un bando?"

Una pattuglia della Polizia Locale presidia una buca al Torrino

Le condizioni in cui versano le strade del Municipio sono sotto gli occhi di tutti. Soprattutto di quanti, spostandosi su due ruote, rischiano costantemente l’osso del collo. Su via Cina, via di Mezzocammino, via Sarsina, le segnalazioni non mancano. Da Tor de’ Cenci al Torrino, la situazione resta critica. Ed il ricorso alle pattuglie della polizia locale, a presidio delle buche, non fa altro che evidenziare ancor di più una condizione di evidente criticità.

I BANDI SCADUTI - Il M5s prova a scaricare la responsabilità sui predecessori. “ La passata amministrazione municipale aveva predisposto un bando per soli sei mesi, gennaio/giugno, inerente la manutenzione stradale. E già questo la dice lunga sulla capacità di programmazione” si legge in un post pubblicato sulla pagina facebook del M5s Municipio IX - La nuova Consiliatura ha chiesto ed ottenuto, nell’assestamento di bilancio del mese di luglio, opportuni fondi che hanno consentito di attivare immediatamente nuovi bandi.Va, comunque, detto con chiarezza che la vigente normativa in materia di appalti pubblici prevede tempi molto precisi per le procedure delle gare. Siamo ormai in dirittura d'arrivo, ma non prima di dieci giorni, sarà possibile aggiudicare all’impresa appaltante. A chi ci chiede di intervenire – si spiega nel post -  dobbiamo purtroppo, al momento, con senso di responsabilità, evidenziare l'impossibilita' di effettuare gli interventi richiesti stante l’assenza di risorse economiche ed umane”.

PREVALE L'EMERGENZA - La spiegazione offerta dal gruppo penstastellato, offre il fianco alle critiche dell’ex Presidente del Consiglio municipale Marco Cacciotti. “E’ il solito ritornello, che viene utilizzato cercando di limitare i danni, alla ricerca delle responsabilità del passato. Il popolo ci crede, acconsente e si illude di un cambiamento che non esiste” valuta amareggiato l’ex Consigliere. “Le gare per le manutenzioni stradali, risalenti alla precedente amministrazione, sono scadute. In sei mesi la giunte municipali a 5 stelle non si sono preoccupate di riscriverle, ma hanno atteso le direttive dall’alto, sono di fatto terrorizzati perché temono di sbagliare. Nel frattempo cercano una soluzione e per tappare le buche – sottolinea Cacciotti -  non resta che avvalersi dei vecchi e collaudati metodi tanto disprezzati  ma che, causa la mancata programmazione delle gare, restano l’unica soluzione. Alla fine quindi i costi aumentano, perché si ricorre a procedure d’urgenza e si distolgono i vigili dal fare altro, comprese le multe che sono una entrata non banale nel bilancio capitolino. Quindi  - conclude lapidario Cacciotti - tutto come prima, anzi peggio di prima”.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)