EurToday

Stadio della Roma, i cittadini sono lasciati all'oscuro: "Dal Campidoglio un silenzio assordante"

Dalla bozza di Convenzione secretata anche ai consiglieri capitolini al mancato coinvolgimento dei quartieri. L'Osservatorio per lo Stadio boccia il Campidoglio: "Mancano troppe informazioni"

Pochi dati e  nessuna forma di coinvolgimento. L'Osservatorio sullo Stadio della Roma, la rete di comitati di quartiere interessati dall'intervento urbanistico, è preoccupato. L'assenza d'informazioni non consente di valutare l'impatto dell'intera operazione sul territorio.

Le informazioni omesse

Le opacità dell'amministrazione capitolina, sono già state segnalate. L'ex consigliera grillina Cristina Grancio lo scorso 4 novembre, ha depositato a piazzale Clodio una denuncia per omissione di atti. Aveva chiesto, insieme al collega Stefano Fassina(Sinistra per Roma), di vedere la bozza di Convenzione da cui si parte per ridisegnare il quadrante di Tor di Valle, ma non le è stato concesso. 

Un Osservatorio senza dati da valutare

"E' evidente che sono pochissime le informazioni attualmente  rese pubbliche dall’Amministrazione su quanto si stia definendo nel progetto" ha fatto notare Davide Galasso, portavoce dell'Osservatorio sullo Stadio. "Quando sarà  resa pubblica la bozza di Convenzione e quando sarà garantito il più ampio coinvolgimento e la massima consapevolezza dei cittadini e dei consiglieri? – chiedono invece i comitati aderenti all'Osservatorio – occorrono tutte queste informazioni per consentire, con i tempi necessari, l’analisi e la valutazione approfondita del progetto". Viceversa il ruolo di quest'organismo civico, riconosciuto anche dall'amministrazione pentastellata, viene svuotato di senso.

La richiesta di partecipazione

I cittadini chiedono anche "un plastico e delle infografiche", sul modello di quanto per anni era stato esposto nella Casa della Città di Garbatella. Era un modo diretto, anche quello, per fornire informazioni ad una cittadinanza sempre più preoccupata. Anche perchè, come ha fatto notare Galasso, "il silenzio del Campidoglio sta diventando molto rumoroso".

Il mancato coinvolgimento dei municipi

Non c'è solo il tema della trasparenza ad essere sollevato dai cittadini. Anche il coinvolgimento del territorio è venuto meno. Il Municipio XI, prima che cadesse per il fuoco incrociato degli ex grillini, non si è mai espresso sull'intervento previsto a Tor di Valle. Eppure la stazione Fl1 si trova a Magliana ed è uno dei mezzi di trasporto su cui si punta maggiormente per evitare quella mobilità"catastrofica" che aveva previsto il Politecnico di Torino. Il Municipio IX invece, indubbiamente il più interessato dal progetto di Parnasi e Pallotta, si è invece espresso contrariamente, non ravvisando più il pubblico interesse sull'opera. Il Campidoglio invece, almeno nella squadra di Governo, sembra avere le idee piuttosto chiare.

Decide la Sindaca?

"Il 5 febbraio del 2019 la Giunta, con un'apposita Memoria, ha dato mandato all'ufficio di Gabinetto di costituire il 'Gruppo di Lavoro tecnico' delegato all'attuazione del progetto di Tor di valle – ha ricordato la Consigliera Cristina Grancio –  l'anomalia sta nel fatto che, in quell'atto, viene espressamente previsto che questo Gruppo di Lavoro agisca in coerenza con gli indirizzi politici espressi dal Capo dell'amministrazione, vale a dire la Sindaca. Ma non è lei che deve fornire gli indirizzi politici, poichè quello è un compito che spetta all'Assemblea capitolina".

Il coinvolgimento dell'Aula Giulio Cesare

Sembra quindi che, la partita sullo stadio, si giochi soprattutto all'interno della squadra recentemente rinnovata dalla Raggi. Il ruolo dell'Aula Giulio Cesare, in tal modo, ne risulta sminuito. Quest'ultima, ad oggi, si trova nelle stesse condizioni dei cittadini e dei municipi interessati dall'operazione: non conosce la bozza di Convenzione su cui si sta lavorando. Eppure, a breve, sarà chiamata a votare la variante urbanistica. Però una volta modificato il Piano Regolatore, che ad oggi rpevede che a Tor di Valle ci siano soltanto campi sportivi ed aree verdi, non si torna più indietro. Il coinvolgimento di consiglieri e cittadini, se fatto ex post, diventa del tutto inutile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Manifestazione dei pensionati e sit-in dei pendolari: sabato attese oltre 20mila persone a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento