EurToday

Nuovo Stadio della Roma: “Meglio la Roma Lido che una stazione metropolitana”

I cittadini critici verso l'operazione legata al nuovo stadio, preferiscono l'ammodernamento della ferrovia Roma Lido, piuttosto che la stazione metropolitana

Sembra un paradosso. Chiedere l’ammodernamento della ferrovia Roma Lido, al posto di una nuova stazione metropolitana potrebbe, in effetti, apparire come una boutade. Invece è il frutto di un articolato ragionamento, emerso in occasione di un recente incontro svoltosi al Torrino.

I TEMI SUL PIATTO - Nei locali del cinema Stardust  lo scorso venerdì, si è  infatti tenuto un incontro indetto dal Comitato "Salviamo Tor di Valle" e partecipato da almeno una sessantina di cittadini. Tanti i temi affrontati, molti dei quali per mettere in risalto gli aspetti critici dell’operazione.Dalla tenuta idrogeologica al valore dei terreni acquistati da EURNOVA, fino alla mobilità.

UNA COPERTA CORTA  - A latere dell’incontro Massimo Sabbatini, portavoce del Comitato, si è soffermato sull’aspetto trasportistico. “L’assemblea capitolina voterà una delibera, di cui abbiamo preso visione, in cui si sostanzia un dato incredibile: a Tor di Valle, in occasione delle partite domenicali, viaggeranno 16 treni l’ora. La frequenza, quindi, è di un un treno ogni 3 minuti e 45 secondi. Ma qual è la conseguenza di quest’operazione? Spostare tanti treni lì, significa farne arrivare molto pochi all’altro capolinea della metro B, la stazione EUR-Laurentina. Un quadrante enorme quindi, la domenica dovrà confontarsi con un servizio di trasporto metropolitano ridotissimo”.

MEGLIO SISTEMARE LA ROMA LIDO - Sembra una situazione da classica coperta corta. “Io dico che siamo al paradosso: se non fai il capolinea a Tor di Valle è meglio. Dunque se è proprio necessario edificare i grattacieli a Tor di Valle, allora sarà più giusto utilizzare gli oneri derivanti per fare qualcosa di più sensato, come la sistemazione della stazione Roma Lido. Io temo che, i nostri rappresentanti in Campidoglio, neppure abbiano analizzato troppo bene le conseguenze trasportistiche di quanto stanno per votare. Peccato quindi che, nonostante siano stati tutti invitati, nessuno si sia presentato all’incontro dello Stardust. E questo vale anche per gli Assessori ed i Consiglieri municipali che, a parte Alessandro Lepidini, hanno snobbato il nostro invito”. Ma la partita ancora non è conclusa per questi cittadini che, da alcune settimane, hanno organizzato una petizione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento