EurToday

Torrino Mezzocammino, il degrado dei parchi comunali finisce sul tavolo della Procura

Presentato un esposto per accertare le inadempienze del Comune nella gestione dei parchi di Torrino Mezzocammino. Cdq: "Purtroppo abbiamo ascoltato solo promesse"

Le panchine nel parco Corto Maltese

Al Torrino Mezzocammino i parchi dedicati a Corto Maltese e Lupo Alberto versano in pessime condizioni. Si tratta di due imporanti aree verdi che il Consorzio nel 2014 ha consegnato all'amministrazione comunale. Ma nel corso di appena quattro anni, le condizioni di questi preziosi polmoni sono radicalmente cambiate.

Le aree verdi comunali

Oggi nel parco  dedicato all'eroe di Hugo Patt l'erba alta ha inghiottito panchine, fontanelle, sentieri. Anche i rifiuti non vengono raccolti con la necessaria continuità, e finiscono per accumularsi intorno ai cestini in muratura. Il parco Lupo Alberto invece è andato incontro ad un destino differente. L'area verde, a causa del mancato funzionamento dell'impianto d'irrigazione, ha subito un processo di desertificazione. Gli arredi, come nel giardino dedicato a Corto Maltese, sono in gran parte stati vandalizzati.

L'assenza di manutenzione

Nel corso degli ultimi anni la situazione dei parchi è stata più volte segnalata. "All'interno di Corto Maltese – racconta Francesco Aurea presidente del Comitato di Quartiere – sul finire del 2016 si è anche svolta una seduta della Commissione ambiente di Roma Capitale. In quell'occasione la maggioranza pentastellata aveva promesso interventi di riqualificazione che dovevano essere realizzati utilizzando gli oneri concessori già versati al Comune. Abbiamo ascoltato tante promesse, ma non si è fatto niente per questi parchi".

L'esposto alla Procura ed alla Corte dei Conti

"Nella realtà di questi parchi l'amministrazione non se ne è mai occupata, quindi nessuna manutenzione, nessuna voltura per quanto riguarda il servizio di erogazione dell'energia elettrica e nessun controllo delle aree che sono soggette a atti di vandalismo" ha confermato Davide Bordoni,  consigliere capitolino di Forza Italia. La situazione di evidente degrado certifica l'assenza dell'amministrazione comunale nella gestione delle aree verdi. Le conseguenze potrebbero essere pesanti visto che, lo scorso anno, nel parco Corto Maltese si è verificato un incendio. Spinto dal timore che, con l'approssimarsi dell'estate  quell'episodio possa  ripetersi, e visto l'immobilismo dell'amministrazione, il consigliere Bordoni ha deciso di intervire in maniera radicale. "Abbiamo presentato un esposto, nei confronti della Sindaca e dell'assessore Montanari, alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti per accertare se le inadempienze di questa Amministrazione abbiano comportato un' omissione di atti di ufficio o un eventuale danno erariale." 

Niente pecore: puntiamo ai bisonti

Il timore è che, in mancanza di un cambio di rotta, il problema che oggi caratterizza Lupo Alberto e Corto Maltese possa in futuro presentarsi anche per gli altri parchi che, il Consorzio, non ha ancora consegnato a Roma Capitale. Cosa fare? Il presidente del Comitato di Quartiere prova a sdrammatizzare " "Visto che il Torrino Mezzocammino è dedicato ai fumetti, forse il Comune sta pensando ad una soluzione drastica. Niente pecore nè caprette. Qui magari stanno pensando di portare direttamente i bisonti". Sarebbe perfetto.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Montesacro

    Elezioni municipio III, trionfa Giovanni Caudo: il centrosinistra si riprende piazza Sempione

  • Politica

    Atac e i tornelli, il bus cavia si sposta in centro: da lunedì esperimento sulla linea 62

  • Cronaca

    VIDEO | Sulle strade insanguinate di Ostia, dove il limite di velocità non basta più

  • Politica

    Campidoglio, ecco il piano caldo. Nel XIV municipio una piscina per gli anziani

I più letti della settimana

  • Schianto sul lungotevere, due morti. Perde la vita lo chef stellato Alessandro Narducci

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • I romani e il trasporto pubblico: viva la metro, ma diminuiamo le attese

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

  • Prenestina: provoca incidente, ferisce due bimbe e scappa a piedi. Rintracciato pirata della strada

  • Sangue sul lungotevere: quattro morti e cinque feriti per incidente in una settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento