EurToday

Tor di Valle: trovato il sito per il nuovo Stadio?

Molte indiscrezioni indicano nei terreni di Luca Parnaso, a Tor di Valle, l'area su cui realizzare il progetto del nuovo stadio giallorosso

Voci che si inseguono. Frasi a metà che lasciano il segno. Giornalisti sportivi che ammiccano.
A quanto sembra, il progetto del nuovo Stadio per l’A.S. Roma è più che un vago rumor.
Ma fughiamo i dubbi. Di certezze non ve ne sono.


Ricordate i terreni che la famiglia Sensi aveva acquistato a Torrevecchia? Sembrava si fosse giunti ad una svolta, ed invece così non avvenne. E quelli appartenuti a Dino Viola sulla Tuscolana? Il Senatore, primo tifoso romanista, aveva già cullato, oltre 30 anni fa, il sogno di uno stadio di proprietà. Poi i terreni furono ceduti all’Italcable (gruppo Telecom) e divennero edificabili. Oggi vi sorge un nuovo quartiere. Ma niente stadio.

L’ultimo tentativo, più mediatico che reale, venne fatto dall’allora Presidente Rossella Sensi. Un’operazione che sembrò realizzata soprattutto per onorare la memoria del padre, Franco Sensi, che a lungo aveva sperato di coronare il suo sogno.

Oggi i terreni papabili, ove edificare il nuovo stadio dell’A.S. Roma sono cambiati. Alcuni parlano di Tor di Quinto, un’area che tuttavia potrebbe essere destinata alla realizzazione d’ un nuovo villaggio olimpico; altri tornano sulla Massimina, che tuttavia è un’area priva delle autorizzazioni necessarie, essendo i suoi terreni accatastati come agricoli.

Una terza opzione, tuttavia, si fa largo con crescente insistenza, ed è quella che chiama in causa l’imprenditore Parnasi. Stiamo parlando dell’area che sorge a Tor di Valle, quartiere noto per l’ippodromo e molto meno per la fermata del Trenino Roma Lido.


Si tratterebbe di un’opzione nuova, forse non peregrina. Il nome di Luca Parnasi viene spesso accostato a quello dell’amico Toti, il costruttore romanista più volte accreditato per l’acquisto della squadra giallorossa, prima dell’arrivo di DiBenedetto.

E forse, andando a leggere tra le righe, qualche conferma che lo stadio si farà, è possibile rintracciarla anche nel recente monito del Sindaco Alemmanno. Ai microfoni di ReteSport, il primo cittadino ha pochi giorni fa dichiarato che se la nuova proprietà non rafforzerà il club, la giunta capitolina “si metterà di traverso”.

Come interpretare le parole del sindaco? Si tratta di un invito ad investire sul nuovo stadio?
Oppure è l’ennesimo capitolo d’una storia infinita, lontana dalla conclusione?

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento